Poesie di Valerio Agostino Baron (el Brigante)

Cuoco e poeta, nato mercoledì 2 gennaio 1952 a Bassano del Grappa (VI) (Italia), morto lunedì 13 luglio 2015 (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo e in Frasi per ogni occasione.

Bosco

Un'cò, de bona matina so' andà
a sapegare longo a "granda guera",
postassion de obici, nidi de mitraglie,
tunnel scavai nea viva rocia,
dormitori par i soldai, stae par i mui,
longhi camminamenti da sembrar un serpenton.
'Na vision de'naltra dimension,
un lèjero fruscio, drio e me spae,
me fa fermar de boto,
me volto, vardo e...
'na piova de foje che caje zo dal vecio fagaro,
un deicato movimento de vento fa ondegiare
prima che le riesse, in tera, a posare.
Passo dopo passo la me mente assorbe
anca el lieve rumor de foje seche, che sapego,
scrocchiano al mio lento passare,
il tutto me fa pensare,
quanti scarponi ga za pestà'sto bosco qua.
Valerio Agostino Baron (el Brigante)
Vota la poesia: Commenta

    El Pes

    Ghetu mai visto un pes cò i ociai?
    I nostri Papaveri i ga sempre intorno.
    E ghetu mai visto un pes cò l'impermeabie? Certi nostri Pes...
    Un pes sta nell'aqua ciara, mai'n tel quela onta
    nialtri ghea sporchemo
    iori casa nostra nò i vien ongerla.
    Un Pes nò cambia mai color,
    nò ne parlemo dei nostri Papaveri.
    Tra pes nò serve schei,
    tra omeni sì.
    Er Pes de Roma magna i quattro nostri schei che ghemo ancora.
    Pes magna Pes anca da nialtri can grosso magna can ceo.
    I Pesseti pena nati i noa za
    che fadiga fasemo a imparar noar.
    Tra Pes se se juta.
    Tra Pes se se saluda.
    Tra Pes se se ciama.
    Tra Pes se se varda.
    Tra Pes se se capisse
    quel che no succede fora aqua.
    Un Pes dorme
    come un pes.
    Un Pes cucca
    nialtri semo sempre cucai.
    Par far palanche basta trovar un pes al dì.
    Un Pes tase
    el ga l'aqua in boca.
    Mejo magnar un pes,
    che esser magnai.
    E par finir un Pes xe un Pes,
    senò che pes saria!
    Valerio Agostino Baron (el Brigante)
    Vota la poesia: Commenta

      2 Giugno 07 - Festa del Grapa

      Scuro torno,
      piova caje.
      Bea sarà 'sta giornada
      sul Grapa negà.
      Mancansa de aqua i diseva,
      a piova i spetava,
      desso i voria
      'na calda està.
      Mai contenti,
      mai feissi.
      Anca l'oseeto, sul gnaro,
      no se move,
      no ciapa magnare
      par el s'o picoéo,
      no' canta gnanca,
      anca par ju
      un'cò no ze festa.

      Vedo lontan
      'na engua de soe,
      la in laguna,
      Venessia splende
      Venessia ze granda.
      Valerio Agostino Baron (el Brigante)
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di