Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Valeria

Occasioni sfiorate

Esistono voci nella notte
fatte solo per amare,
ed esistono sospiri da cui filtrano i sogni
di un cuore depredato dalla siccità.
Debito col passato,
presagi del futuro:
hanno le medesime sfumature di nero.
Piove amore da ambigue carezze
e le tempeste emotive portano il tuo nome.
Abbiamo avuto occasioni sfiorate
di un tempo sbagliato,
che non mi bastava mai.
La notte ci ha unito per le nostre oscurità:
ladra della colpa,
complice dell'amore.
Ma ogni volta l'alba ci separava
con il nome dell'amante gelosa
e portava via con sé l'amore che qui
avevamo appena assorbito.
Infine, il sole illuminava la rabbia che restava
a riempire il posto accanto a me
che tu lasciavi vuoto.
Io non so difendermi da te!
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Valeria

    Considerazioni sull'amore

    L'amore...
    indefinibile turbamento,
    indecifrabile alchimia,
    irripetibile intruglio di fattori chimici.
    Ne esistono di vari tipi,
    sfaccettati di diverse sfumature.
    Poi c'è lui:
    leggendario, inenarrabile, fiabesco:
    l'amore della vita.
    Spesso destinato a non durare
    e per questo diviene
    il grande amore:
    semplicemente finendo.
    Il dolore lo rende tale,
    eppure questo toglie,
    e mai,
    mai aggiunge...
    Però poi un giorno il dolore
    se ne va,
    attraverso i suoi strani percorsi,
    e si annulla
    perché cancellato dal venire
    di un dolore
    più forte.
    Ma il sopraggiungere di un'onda nuova
    non cancella il passaggio
    di quella precedente.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Valeria

      Eclissi d'amore

      Ricordi di una
      passione vissuta,
      della frusta:
      vorrei portarne i segni
      per sempre;
      della corda,
      così stretta da provocare
      piacere;
      delle catene,
      così forti da tenere prigionieri
      il cuore e la carne,
      orgasmo di simbiosi perfetta!
      Così gli telefonai.
      Era il piacere nei nostri occhi
      che volevo rivedere,
      erano i rivoli viscosi della lussuria
      che desideravo
      tra le gambe.
      Tra le labbra dei sensi
      il sapore dolce, salato, intenso,
      di lui,
      di me,
      di noi,
      del sesso e
      della rara forma
      d'amore eclissato.
      Vota la poesia: Commenta