Poesie di Valentina Bellucci

Scrittrice, nato domenica 13 novembre 1988 a Livorno (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Leggi di Murphy.

Scritta da: Valentina Bellucci

Mia

Dedicato a chi ancora solo non sa stare
e cerca un fiore nel vento.
Dedicato a chi trova odio
e nutre amore.
Dedicato a chi ancora sa sognare,
perché i sogni hanno ali per volare,
ma non hanno piedi per essere inchiodati.
Dedicato a chi ancora crede,
perché il silenzio è l'unica arma
e la tua voce solo una vibrazione lontana.
Dedicato a chi sa essere
e a chi ancora crede in quello che sarà.
Dedicato a te,
che leggi le mie parole
poiché adesso il sole muore.
E adesso se permetti me ne vado,
ti lascio una canzone,
ti lascio una parola,
ma tu,
lascia a me la poesia.
Valentina Bellucci
Composta nel novembre 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Valentina Bellucci

    La Morte di Dio

    Afferra un pensiero,
    afferralo dall'abisso.
    Rendilo violento, spietato, padrone della morte.
    Crealo dalle ceneri del fuoco di mille cadaveri,
    seppelliscilo nella terra fredda,
    sopra le nostre lapidi.
    Dal marmo riesumalo,
    portalo alla luce, che la tempesta lo ami,
    e il sole uccida.
    Cantalo,
    scuoti il vortice,
    fai sì che le sue foglie cadano,
    rendilo nudo, perverso.
    Prendi il pugnale dal manico d'oro,
    la rosa rossa è sul sepolcro.
    Penetrala nel cuore,
    quella rosa dai petali appassiti.
    Crea il pensiero.
    Crealo dalle ceneri del fuoco di mille cadaveri,
    la rosa è morta,
    e io adesso, posso anche andare all'Inferno.
    Valentina Bellucci
    Composta nel settembre 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di