Poesie di Tony Golfarelli

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: TOGO

uscire

Raccatto i frammenti del contrasto
vertici appuntiti arrotondano il mio cuore
che prende vibrazioni con opposizioni di rifiuto

Un mattino arroventato tra vigore e poi torpore
come la vita e la morte
come il fare o indugiare

Il sole non era ancora sorto
come il giudizio che aspettava seduto
esigeva un caffè come un espresso che innova

Fantasticare decisioni per ripartire
e sentirsi dire che poi forse è meglio finire
è come spegnere il cero dell'amore

Quello illuminato dalla brama del vigore
che si nutriva con l'energia
di essere innamorati della forza.
Tony Golfarelli
Composta sabato 8 dicembre 2012
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: TOGO

    Mi chiedo

    Mi chiedo per quale ragione
    Mi chiedo per quale motivo
    Ma soprattutto mi chiedo cos'è
    Un'immagine instabile dondola nel cuore
    si fa ascoltare scorrendo con gli occhi le tue parole
    così si pieghettano le rughe della fronte
    come l'onda del mare quando arriva a riva
    Fragoroso il mio darti ascolto
    dilatando la presunzione ogni volta
    come entrare nel pullman strapieno di gente
    Vorrei disputare un incontro nel giaciglio rosso
    quello della trapunta acquisita volutamente
    per rendere omaggio alla perplessità della gente
    Mi chiami amore senza chiedermi scusa
    come la nuvola che copre il sole senza ripieghi
    dimenticando che con la tshirt l'estate si fa inverno
    Ti chiamo amore senza chiedermi come
    come lo zucchero nella tazzina del caffè
    invitando la dolcezza come te...
    Tony Golfarelli
    Composta domenica 20 novembre 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: TOGO

      Ofo

      Odo muoversi il cespuglio
      un folto ciuffo d'erba che si muove
      che sia una corrente o un alito di vento?
      Chissà cos'è?
      Forse una folata o una leggera brezza che lo muove
      Rimango in attesa per capire
      No! non c'è preoccupazione e neppure nessun tormento
      solo curiosità per il movimento
      Ne rumori ne bisbigli per chiarire quel fruscio
      così sussurro al vento che mi porti in giro
      fino a Roma o nel tempio chissà dove
      perché c'è voglia di tanto amore
      Il firmamento è color inferno
      come il regno dei morti il nostro inverno
      allora immagino il tuo sorriso per tornare a sognare
      invento due labbra da poter baciare
      e un giovane seno d'adulare
      così come l'amore dissemina tenerezza
      la tua voce sparge morbidezza
      Ti desidero con il sole che albeggia
      eppoi ti sogno con la luna che cresce
      e non cambia ne con carne ne con pesce...
      Tony Golfarelli
      Composta domenica 20 novembre 2011
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: TOGO

        Senza te

        Aspettare il rintocco della campana
        per capire che ho vissuto un'ora senza te
        Aspettare l'arrivo delle piogge
        per capire che ho navigato tutta l'estate senza te
        Aspettare il cornetto alle noci
        per afferrare che non sono esperto a far colazione senza te
        Aspettare l'arrivo della corrispondenza
        per intuire che non esisto senza te
        Aspettare lo scacco matto
        per captare che non gioco mai senza te
        Aspettare la piadina zucca e patate
        per intuire che non è più calda senza te
        Aspettare un film divertente
        per spiegarsi che non c'è opera bella senza te
        Aspettare l'attivazione della smart card
        per percepire che non c'è voce senza te.
        Tony Golfarelli
        Composta domenica 20 novembre 2011
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di