Scritta da: Tiziano B.

Miraggio

Mia dolce Afrodite, dormi?
Per te cantano le onde
Un sommesso mormorio,
Delicato ti carezza
Il respiro fresco del mare,
Soavi sfiorano la tua pelle
Le dita calde del sole

Stai già sognando...
Sognami mentre un bacio ci lega
Mentre il profumo
Dell'amore
Spazza via tutto il resto,
Ed ecco gli incompleti versi
Fondersi
In un unico canto

Oh, per un attimo il cuore
Si ferma, e il Tempo, e l'Universo,
E ti guardano, stupiti...
Guance di seta e perla,
Lambite dal sole
Che gioca sulla sabbia;
Rose di maggio
Le tue labbra morbide,
Dischiuse nel sonno
Come una promessa
Appassionata;
Vasti seni,
Soffice spuma che le onde
Offrono al dio dell'Amore:

Così resterai,
Per sempre... sospesa
Fra sogno e mistero,
Un tremulo miraggio
Sulla sabbia rovente,
Bella come una dea,
Al culmine di un attimo
Incantato

Che non morirà.
Tiziano Barontini
Composta giovedì 30 giugno 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Tiziano B.

    Dolci Perle di Luna

    Dolci perle di luna
    Si posarono
    Accanto a me
    E si fecero pelle
    E fianchi, e seni,
    E sesso,
    E profumo di te,
    Ebbra di vino e d’estasi

    Incantato sfioravo
    Con dita tremanti
    Il limite di quel sogno
    Senza osare toccarlo
    Per non farlo svanire,
    Non ancora,
    Non ancora…

    Demoni
    Mi entrarono in testa
    Mi spaccarono il cuore
    Orribili incubi
    Il buio intorno,
    Prima complice
    Amico fidato,
    Ora generava mostri
    E noi lì
    Indifesi e indifendibili
    Troppo facili prede…

    Mani già sudate
    Ricomposero l’amor mio
    Presto, veloce, più veloce…
    Chi ci ha visti ?!
    Chi ci segue !?
    Via, VIA !!
    Verso la luce,
    Verso la sicurezza,
    Verso casa…

    Con un bacio,
    Ancora vibrante
    Di residuo terrore,
    Tornasti a me
    “Che hai, amore,
    Perché tremi ?”
    E io non mi fermavo
    E ti coprivo di baci,
    E ancora, ancora,
    E tu, stupita e ignara,
    Ridevi…
    Tiziano Barontini
    Composta martedì 5 aprile 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Tiziano B.

      Il Sogno e la Fantasia

      Ricordi quando giocavamo
      Insieme, come cuccioli
      E tua madre commossa
      Ci ammirava
      "Come siete bellini..."

      Ricordi le risate a cascata
      Senza un perché
      Fino alle lacrime
      Poi ti sollevavo di peso
      E la Lupa si ingelosiva

      Ricordi il bar a Viareggio
      Davanti a via Paolina
      Le battute sulla "Sinalco"
      Imbevibile bevanda scaduta da anni
      Reperto scoperto
      A mezzanotte passata

      Ricordi la discoteca
      Hop Frog, in passeggiata
      La musica giusta in terrazza
      Al fresco, con il mare
      Per sottofondo
      I tuoi occhi nei miei,
      Le mie labbra sulle tue...

      Ricordi i nostri anni felici
      Quando insieme eravamo Uno
      E cantavamo la nostra canzone
      Quando niente e nessuno
      Poteva separarci
      Perché eri tu il mio sogno
      Io la tua fantasia...

      Ora che l'abisso
      Ha squarciato il velo
      Il dolore mi afferra la gola,
      Di me non resta che un'ombra
      E questi occhi, che ti cercano...
      Tiziano Barontini
      Composta giovedì 18 novembre 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di