Scritta da: Tiziana Cesta

Solitudine

Quanta solitudine c'è nel mondo,
Quel mondo indaffarato,
arrivista e indifferente,
La solitudine del mondo che calpesta diritti.
Che ha fame,
fame di sogni,
di amore e di passioni.
Quanta convinzione ha l'uomo di essere appagato!
Continuamente alla ricerca di un effimera felicità,
E in solitudine corre, corre senza sosta.
Ma tu uomo fermati a riflettere,
ascolta la voce di chi ha paura di vivere,
di chi è affranto dal dolore,
di chi ha la disperazione dentro di se,
tendi la tua mano,
e combatti la tua solitudine.
Tiziana Cesta
Composta domenica 4 novembre 2012
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Tiziana Cesta

    Vorrei

    Vorrei essere le gocce di sudore sulla tua pelle,
    che ti irrorano come rugiada,
    Vorrei essere i pensieri che affollano la tua mente,
    quando sei assente,
    Vorrei essere il tuo passo sulla strada,
    svelto e sicuro,
    Vorrei essere le tue dita sui tuoi capelli,
    che si agitano nervosamente,
    Vorrei essere le tue lacrime sulle tue guance,
    che solcano il tuo viso,
    Vorrei essere il tuo sorriso sulla tua bocca,
    che esprime la tua voglia di vivere,
    Vorrei essere i tuoi occhi sul mondo,
    attenti e penetranti,
    Vorrei essere la tua forza che mi sostiene,
    quando mi sento morire,
    Vorrei essere la tua passione quando ami,
    vorrei...
    cosa altro vorrei...
    semplicemente te.
    Tiziana Cesta
    Composta domenica 4 novembre 2012
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di