Scritta da: ODIOSA

Mio figlio

Decanterete di amori perduti
di grandi passioni assopite
canterete di baci e carezze
lasciate scivolare via dal tempo
Racconterete di incubi in cui
anime sperdute
si cercano nella notte

Io, canterò di un amore
che non avrà confini
un amore che supererà
il sapere delle genti
un amore che sorvolerà
gli emisferi del mondo

Canterò della gioia
nel guardarne il sorriso
e del dolore
nell'asciugargli una lacrima
canterò dell'amore
più grande,
l'amore per mio figlio.
Tindara Cannistrà
Composta sabato 3 dicembre 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: ODIOSA

    Primavera

    Vi è un grillo che saltella
    giù nel prato
    e un paperello sguizza
    nel fossato
    sul ramo un passerotto
    ha cinguettato
    e un bimbo nel suo letto
    è addormentato
    Accanto un angioletto
    tutto alato
    un sogno tutto d'oro
    gli ha portato
    e presto al nuovo dì
    appena nato
    col sol che a buon mattino
    s'è svegliato
    un mondo tutto nuovo
    gli ha donato
    ed i giorni pien di fiori
    ha colorato.
    Tindara Cannistrà
    Composta mercoledì 7 marzo 2012
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di