Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Susan Randall

Libera professionista, nato a roma (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Susan

Sogno spezzato

Ancora spero,
ancora spero in noi,
spero di un sogno spezzato,
spezzato da te,
ancora spero in noi,
in questo sogno spezzato
cosa mi resta se non
attimi di solitudine che mi mi abbracciano?
Attimi di te, un sogno tanto amato
un semplice sogno tanto desiderato.
Un semplice sogno, di un amore vero,
ed ancora spero in noi,
ancora, si ancora un po' di noi,
e tu non lasciar morire questa speranza di noi
ancora un po' resta, resta con me
a guardare l'infinito orizzonte
di un alba che si innalza per me
per te,
resta ancora un po', e
lascia che questo sogno prenda vita
solo per pochi attimi,
solo attimi di speranza,
di un sogno di un
bellissimo sogno,
che resta in attimi infiniti
perso tra me e me,
un sogno, un semplice
sogno spezzato!
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Susan

    Follia

    Non voglio capire,
    non più, provo a capire il
    senso di questa vita
    che resta inutile,
    una vita che soffre,
    non voglio più capire
    avrebbe forse un senso capirla?
    No!
    allora non importa,
    non voglio capirla,
    eppure ne sento di
    questo senso,
    questa voglia di capire,
    capire cosa?
    non lo so,
    avrebbe forse un senso capire?
    No, forse l'unico vero senso è
    viverla questa vita che non voglio capire,
    forse l'unico senso è la follia,
    follia di attimi desiderati,
    follia di attimi amati,
    follia semplicemente follia!
    e follia di essere quello
    che non sono mai stata!
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Susan

      Il mio grido

      Ascolta il mio dolore,
      ascolta il mio grido
      ascolta, ascolta
      quello che stò gridando!
      Ma tu non puoi ascoltare,
      tu non ascolti
      il mio grido di dolore,
      sei immune, immune al dolore
      immune al mio amore,
      immune al grido che brucia
      l'anima,
      tu sei, chi sei tu? non lo sò!
      non voglio più saperlo!
      non voglio più credere in te,
      io grido, grido il mio dolore
      e tu non ascolti immune al dolore tu!
      chi sei tu?
      ma non importa, non più,
      resta il mio dolore,
      il mio grido ad una domanda
      che mai avrà risposta!

      Susan Randall.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Susan

        Sperando

        Non so se il temo mitiga
        le delusioni,
        non so se il tempo mitiga il dolore,
        fatto è che tu sei in me
        e non riesco a cancellare
        questo vuoto che riempie la mia anima.
        Lascio che sia il tempo a fare il suo corso
        sperando che un giorno,
        non troppo lontano possa ridarmi quel senso,
        senso di vita nell'anima mia,
        che adesso ed ogni attimo sente
        la voglia di gridare,
        perché? perché?
        ed ancora perché?
        non voglio più sentirli,
        non voglio tutti questi perché
        vorrei solo una risposta
        che tarda a venire
        lasciano un vuoto di un perché,
        senza una risposta,
        sperando nel tempo solo nel tempo
        di poter sognare ancora!
        Vota la poesia: Commenta