Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Susan Randall

Libera professionista, nato a roma (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Susan

Ti perdono

Ti perdono,
si io ti perdono
anche sei hai spezzato il
mio cuore io ti perdono,
in te ho riconosciuto la
sincerità ed è per questo che ti
abbraccio e ti perdono,
in te riconosco me,
in te vedo
la sincerità della colpa,
ed io ti perdono,
ed io e te avremo
così la possibilità
di guardare il futuro
con amore.
impedendo al passato
di vivere!
ed io ti perdono
perché il vero amore è
riconoscersi,
perdonarsi
il vero amore
siamo noi!
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Susan

    (l'ironia della morte)

    Son morta
    mi avvio verso il paradiso
    o forse l'inferno?
    Non lo so e forse mi riconosco
    nel paradiso
    o forse no!
    Che confusione anche dopo morte
    la confusione mi abbraccia.
    Eppure non sento di essere morta,
    io vedo vedo te me e
    la vita la mia vita!
    Un correre dietro alla fortuna
    un correre sempre verso un sogno mi dico!
    Ma ora è giunta l'ora del riscatto
    dei miei sogni, son morta mi dico,
    e così sospesa busso la porta del Paradiso,
    Ecco si apre il portone,
    e
    Don pietro mi guarda,
    un po' così, io gli chiedo
    posso entrare?
    vorrei un po' di pace, un po' d'amore un po' di fortuna,
    sai Don Pietro quando ero viva mi
    dicevano che in Paradiso avrei
    trovato tutto quello che la Terra non mi ha dato!
    Lui mi guarda e mi dice:
    sei arrivata tardi, anche qui in Paradiso non c'è più nulla
    neanche il sogno esiste più!
    Ad un tratto mi sveglio, che sogno, o forse non lo era?
    Confusa mi dico, neanche la morte ci da la pace!
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Susan

      In contraddizioni

      Libera di essere
      sempre in contraddizioni,
      con me stessa ed i miei sogni
      eppur vivendo, libera di essere
      in questa vita unica che
      determina quanta strada
      ancora da fare,
      eppur libera di essere,
      me stessa, con me stessa
      io che sono libera davanti a me
      ancor la strada che si apre
      senza fine
      in questa vita
      unica, che apre la strada
      di libertà di vivere
      morire.
      ma soprattutto essere!
      Vota la poesia: Commenta