Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Susan Randall

Libera professionista, nato a roma (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Susan

Silenzioso tu

Resta,
resta in silenzio,
non parlare,
lascia che questi attimi
siano,
siano infiniti,
resta, e resta silenzioso,
non voglio ascoltare
parole,
resta silenzioso
e lascia,
lasciami respirare
il tuo amore,
lasci la tua anima libera
libera, di tutto
e tu resta in silenzio e lasciami
respirare,
che sia solo un attimo infinito,
lascia che io respiri il tuo amore
e tu,
resta,
ma resta in silenzio!
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Susan

    Terrore

    Ho sempre avuto
    il terrore che la mia anima
    smettesse di sognare,
    e spesso sento.,
    quasi come un pezzo di ghiaccio
    si posi sul mio cuore,
    ed il suo battito quasi
    SI schiantasse
    negli abissi del vuoto
    e mi fà paura,
    paura che un giorno
    mi svegli e mi accorga
    che la mia anima
    non ha più voglia
    di credere,
    di sognare,
    ma solo perdersi nel
    vortice degli abissi
    che la vita,
    con piacere ti dà!
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Susan

      Lacrime naufraghe

      E poi ci sono quelle
      lacrime che sopprimi
      nell'anima,
      Quasi naufraghe
      in quel silenzio,
      e ti accorgi che non è
      il dolore che poi
      ti fà stare così male,
      no non il dolore,
      ma l'impotenza che
      si crea
      in quel dolore,
      quella solitudine
      che ti stringe,
      quasi a lasciarti
      senza respiro,
      e ad un tratto
      sai che
      sei sola, tu le tue
      lacrime ed il tuo
      dolore!
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Susan

        Cerco la mia vita

        Cerco la mia vita!
        Mi giro a destra e
        poi a sinistra,
        guardo avanti e poi indietro,
        dov'è finita la mia vita!?
        Che guaio!
        Me la son persa!
        E adesso!?
        Guardo allo specchio e,
        vedo le mie rughe, già
        le mie rughe, che mi parlano,
        i miei occhi mi guardano, ed
        una voce sottile, quasi un eco
        risuona nell'aria,
        perché cerchi la tua vita?
        Bella domanda!
        E adesso cosa rispondo!?
        E poi, accarezzo le mie rughe,
        sorrido quasi triste.
        La mia risposta giace proprio
        in quelle rughe!
        È quella la mia vita!
        Vota la poesia: Commenta