Scritta da: Stefano Medel

La solitudine

Solitudine,
per quanto fai,
per quanto scappi,
torna sempre a galla;
ti accompagna e ti frega,
e non ti resta,
che un urlo soffocato,
che nessuno ascolterà,
la gente, non vede,
la gente, non sà;
e vorresti dirlo a qualcuno,
e farlo capire,
e raccontare,
di questi giorni,
troppo uguali;
ma lasci perdere,
ti tieni il segreto.
Stefano Medel
Composta venerdì 14 febbraio 2014
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di