Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Stefano Medel

Ed io tra voi

E io tra voi,
non c'entro niente,
sto in silenzio,
mentre parlate,
e ridete,
e giocate con le macchinette;
non pensi a me,
non pensi a me;
ridi con lui,
ed io tra voi,
sto sulla sedia fermo,
e penso a noi due,
al passato,
quando eravamo io e te,
e le parole,
le promesse,
allora c'ero io, con te;
ed ora tu sei con lui;
ed io fra voi,
sparisco in silenzio,
per non disturbarti;
tu vai con lui,
non mi vedi,
non mi pensi;
non hai capito,
che io ero qui,
per te,
per te;
ed io tra voi.
Composta martedì 17 febbraio 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Stefano Medel

    Elogio alla pazzia

    La gente ne dice tante,
    senza sapere, senza capire niente,
    per malafede, stupidità ignoranza;
    chi dice questo o quello,
    me ne frego di tutti, e vado avanti
    con la mia lotta,
    la mia vita,
    le mie idee;
    dicono pazzo qui,
    pazzo là.
    Sono orgoglioso della mia differenza,
    contento della mia diversità;
    nella vita bisogna esagerare,
    infrangere tabù,
    ribellarsi,
    fare di testa propria.
    Elogio alla pazzia,
    come dice erasmo da rotterdam.
    Chi si ribella,
    gli dicono di tutto,
    e subito diventa un pazzo.
    Cercano di farti il vuoto intorno.
    Composta domenica 8 febbraio 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Stefano Medel

      In febbraio

      Mattina invernale,
      di febbraio,
      carnevale nell'aria,
      sapore di bugie,
      scherzetti o dolcetti;
      nuvole basse enormi,
      premono sulla terra,
      e adombrano il sole
      tiepido appena;
      mucchietti di neve agli
      angoli delle strade,
      gelo e vetri gelati;
      sperando in una giornata di sole
      il tempo passa lento
      e assonnato; inverno.
      Composta sabato 7 febbraio 2015
      Vota la poesia: Commenta