Scritta da: Stefano Medel

Vai via da qui

Vado via
vado via,
una parola solo un a parola,
ed io cosa posso dire,
niente,
cosa vuoi che dica,
rimango qua da solo,
la giornata non
mi passerà più,
vado via,
e mi lasci solo,
sperduto,
prono,
senza niente,
senza te,
ed io cosa farò,
giornata interminabile,
che non passerà mai,
vai via,
mi lasci qui,
qui.
Vai via.
Stefano Medel
Composta giovedì 22 dicembre 2016
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Stefano Medel

    Raro amore

    In questo mondo,
    com'è difficile amare
    ed essere amati,
    solo rimanere soli è semplice,
    trovare l'amore è complicato,
    è una grana non facile;
    in questo sociale
    cinico,
    materialistico,
    basato sul denaro e il potere,
    l'amore diventa solo ricerca
    di benessere e di denaro a buon mercato,
    si cercano i re di denari appunto, e basta,
    o le regine di cuori, purché siano ricche;
    l'amore il sentimento,
    è difficile da trovare,
    e capita di rado,
    e le occasioni non sono tante,
    per essere felici.
    Stefano Medel
    Composta domenica 18 dicembre 2016
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Stefano Medel

      Nebbia

      Nebbia
      che avviluppa la città,
      ogni cosa sembra spettrale e
      inconsistente,
      dimensione strana,
      atmosfera sfumata,
      malinconia,
      atmosfera londinese;
      nebbia inghiotte ogni cosa,
      così sembra,
      ogni tanto appaiono ombre di passanti,
      macchine vanno pianino
      e spariscono nel biancore;
      giorni nebbiosi,
      mesi dei defunti.
      Stefano Medel
      Composta sabato 10 dicembre 2016
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di