Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Stefano Medel

Questo amore un po' così

Stare con te,
è sempre un'avventura,
un salto nel vuoto,
un vuoto a perdere;
tra casini e guai,
e le cose che vuoi,
le tue esigenze,
i tuoi problemi;
questo amore per te,
così incasinato,
un po' folle un po' strano,
a volte mi fai arrabbiare,
e non capisci la mia età,
e gli acciacchi,
tu capisci solo la tua libertà,
e i tuoi sogni,
sei uno spirito libero.
Composta venerdì 5 agosto 2016
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Stefano Medel

    Utopia

    Magari a volte
    ti avvicini a raggiungere
    l'utopia nella tua vita;
    ottieni tante cose,
    riesci nello sport,
    nella scuola,
    come poeta e scrittore
    sei apprezzato,
    ti imponi in internet,
    e fai delle cose;
    e quando sei lì per toccare la felicità,
    e ci sei vicino,
    la società
    e certa gente,
    rovinano tutto
    e ti portano a fondo;
    è la società
    e il suo marciume,
    il conformismo,
    le regole,
    i tabù
    e i condizionamenti sociali,
    che rompono tutto
    e rovinano l'uomo,
    stiamo male,
    perché
    la società
    è marcia, putrefatta,
    con un degrado sociale e culturale,
    la prevalenza dei peggiori,
    degli stupidi
    dei burini
    e dei più provinciali;
    il peggiore sta a galla;
    e la felicità,
    si allontana sempre più.
    Composta martedì 7 giugno 2016
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Stefano Medel

      Questo telefono piange un po'

      E questo telefono che piange un po'
      Tu non chiami più,
      non so niente,
      sei svanita tra la gente,
      correndo dietro le tue cose,
      incasinata,
      imprevedibile,
      persa nei guai tuoi;
      e il telefono tace,
      una volta parlavamo per ore,
      ma ora non vuoi più,
      non sono più importante;
      dimenticavo che non mi
      amavi come io amavo te,
      io non ti ho dato quello che volevi tu,
      com'è difficile amare ed essere amati.
      Composta domenica 5 giugno 2016
      Vota la poesia: Commenta