Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Stefano Medel

Poesia d'emergenza

C'è bisogno di tutto,
ci vorrebbe un trucco,
una poesia d'emergenza,
che scaturisce dall'impellenza;
un po' poesia,
un po' porcheria,
metà poesia,
e forse un po' fesseria;
con dentro le parole,
che vorresti,
che terresti,
da conservare,
da recuperare;
per sperare,
e ridere
dopo tanto
che non lo fai;
e scrollare le spalle,
dimenticando i guai.
Composta mercoledì 19 ottobre 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Stefano Medel

    Stop

    Fermati un attimo,
    fermati al mio stop,
    ascolta,
    non andartene,
    non sparire,
    smetti di cantare,
    di fumare un attimo;
    fermati allo stop
    del mio cuore,
    del mio amore,
    frena la tua corsa da cometa,
    non distrarti ti prego,
    stammi a sentire,
    un momento almeno,
    se solo mi sentissi,
    mi ascoltassi,
    ma che posto ho,
    tra le tue cose,
    i tuoi pensieri,
    dammi un minuto,
    solo un istante,
    fermati allo stop,
    ma di rubarti
    il sorriso,
    non sono capace,
    e n on riesco,
    a farti smettere,
    a farti pensare.
    Composta martedì 18 ottobre 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Stefano Medel

      Per te

      Se potessi fermarti un attimo,
      bloccare la tua corsa,
      la tua inquietudine,
      il tuo nervosismo,
      lo farei,
      inventandomi un mucchio di parole,
      cercando quelle giuste per te,
      per farti pensare,
      parole un po' sensate,
      un po' pazze,
      un po' artiste,
      parole strane,
      per farti riflettere;
      se potessi farti scendere giù,
      dal tuo mondo chiuso,
      dalla luna, in cui ti rifugi
      a volte,
      e non vuoi tornare sulla terra,
      se potessi farti scendere,
      lo farei,
      cercando per te,
      parole d'amore,
      col cuore in mano,
      parole semplici,
      di quello che sento,
      che provo;
      se potessi farti capire me stesso,
      e il bene che ti voglio,
      lo farei,
      per restare,
      per non essere dimenticato,
      da te;
      per te,
      per te,
      farei mille cose,
      lo sforzo
      di dire sì,
      per fare posto a te.
      Composta domenica 16 ottobre 2011
      Vota la poesia: Commenta