Scritta da: Stefania Fiore

Figlio di cento madri

Figlio di cento madri,
ecco quel che sei stato.
Ed ognuna era la madre che volevi,
il conforto al tuo pianto soffocato.
Ed ognuna era la donna che cercavi,
volto di un sogno al risveglio abbandonato.
Ora che ti rallegri nel vedermi
e lasci alle mie mani ogni tua cura
vuoi stringermi forte e non lasciarmi,
e cancellare dal cuore la paura.
Ora,
che nei tuoi occhi c'è solo meraviglia
per quest'ultima madre
che è tua figlia.
Stefania Fiore
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Stefania Fiore

    Fiori nei capelli

    Avevo fiori intrecciati nei capelli
    e una veste morbida del color di luna
    e avevo doni d'oro e di gioielli
    e antichi tarismani che invocassero Fortuna.
    E c'erano i cantori e il clamor dei giullari,
    il popolo festante ad intonar bei cori.
    C'erano mille rondini a correre nel cielo,
    tante che si giurò fosse un amore vero.
    Quel giorno regnò il sole e soffiò il vento
    ed io non fui mai cosi bella e radiosa
    e cancellai dal cuore ogni sgomento:
    quel giorno fui regina
    ed anche sposa.
    Stefania Fiore
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Stefania Fiore

      Porto dentro di me

      Porto dentro di me
      colei che mi ha chiamata,
      e ha sognato i miei sogni,
      e mi ha voluta.
      Colei che adesso sento
      anche se è ancora muta,
      colei che vestirò
      quando io sarò nuda.
      Porto dentro di me
      la gioia lieve
      di colei che verrà
      nella pioggia o con la neve,
      di colei che con le stelle
      stanotte è gia arrivata
      e mi chiede di darle
      il nome di una fata.
      Stefania Fiore
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di