Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Simone Morana

Artista
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Simone Morana Cyla

La Bestia

Sulle fragole c'è ancora
Il morso di quel diavolo
la bestia che ti ha preso
quando eri sullo scivolo

Le sue promesse gelide
ti cambiarono il percorso
l'ingenuità di un bimbo
è così che sei scomparso

Candida innocenza
priva d'ali per volare
soffocata da quel fato
a cui è impossibile scappare

Sudicia la bestia
tagliava la tua infanzia
schizofrenica la notte
di agonia e sevizia

Un brivido di freddo
imperante l'impotenza
sentirsi come inutili
davanti a questa prepotenza.
Composta sabato 1 gennaio 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Simone Morana Cyla

    La bionica ignoranza

    Ancora un giorno ed è il tremila
    tutti in fila e tutti uguali
    con i microchip nel corpo
    e al polso occhi nei bracciali

    Mi accorgo di esser l'unico
    poeta di quest'epoca
    errore di genetica
    di una società che soffoca

    Ci guardano e ci tengono
    in una morsa atroce
    denutriti da un sistema
    che non tollera la voce

    La fantasia è chimera
    non mi posso emozionare
    qui è illegale avere un anima
    non puoi scrivere e pensare

    Ma io scrissi in ogni posto
    dando spazio al mio pensiero
    una guerra di parole
    di un ciarliero condottiero

    Seguirono i miei passi
    e quella sera mi trovarono
    per loro ero uno sbaglio
    un criminale e mi tacciarono

    Le mie spalle contro il muro
    ed il carnefice che avanza
    schernendomi mi uccise
    la bionica ignoranza.
    Composta venerdì 14 gennaio 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Simone Morana Cyla

      Nel sentiero del mio Dio

      Per guardare ancora il cielo
      Ho soffiato via le nuvole
      Elettrico è il sentiero
      Non credo nei miracoli

      Seguirti fino al limite
      Ricercherò il tuo passo
      Nel mondo che hai plasmato
      Non vedo più i tuoi occhi

      Mi prendo il tuo coraggio
      Accarezzandomi i ricordi
      Cercando di incontrarti
      Nei miei attimi felici

      Sei l'impercettibile
      Che di solito non vedo
      Ma sento spesso accanto
      Che accompagna il mio pensiero

      Vorrei essere vento
      Così forte da spazzare
      Dalle anime corrotte
      L'odio nero di catrame.
      Composta domenica 15 novembre 2015
      Vota la poesia: Commenta