Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Silvio Squillante

Studente universitario, nato venerdì 8 giugno 1990 a Nocera Inferiore (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Silvio Squillante

Adriana

Mi soffiò un angelo dentro l'anima,
non l'avevo capito sai,
che sei sempre stata lì,
lì a difendermi... a proteggermi... ad amarmi.
E io che non sapevo se era giusto star li,
tra occhi umidi di un'ipocrisia... che ti infetta l'anima.
Quando non credi più nell'amore,
per te non brilla nemmeno il sole,
ma infondo lo capisci da solo
che il tuo cuore saprà dare un po' di calore...
a chi riuscirà con la pazienza delle carezze
ad aprirlo un po' di più.
Non sono frasi fatte... ne piccole poesie...
a dare forze ad un'amore come il nostro
che vive solo di magia.
Qualche volte io mi sveglio,
prego Dio, dicendogli "vorrei, sai,
che questa favola non finisca mai!"
Composta venerdì 8 ottobre 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvio Squillante

    Il bagliore di una candela...

    Il bagliore di una candela
    disegna i lineamenti fini di un'anima,
    nuda davanti al fuoco
    è incuriosita ed attratta
    dal suo splendere nel buio,
    tende i palmi e il cuore
    al gentile ed ardente calore.
    Urla, lacrime, dita nere di fumo
    sono i polverosi souvenir
    di un viaggio tra due anime mute.
    Con in vena ancora il dolore
    si avvicina sempre meno fiduciosa
    ad un'altra candela
    vestendosi di bugie e d'età.
    Composta venerdì 8 ottobre 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvio Squillante

      Srotolo i miei giorni...

      Srotolo i miei giorni,
      risistemando in lacrime
      gli istanti ingenui
      della mia gioventù.
      Il mattino della vita
      è come la prima mano di colore
      che cola per inesperienza.
      Le dita sfiorano le macchie opache.
      I nugoli di errori
      sono maestri di vita
      severi ed inflessibili.
      Leggero nel vivere,
      nascondevo i miei desideri
      dentro ad una scatola.
      Consapevole della transitorietà
      di questa odierna gioia,
      sbircio con aria incuriosita
      l'unico sogno che rispecchia
      ancora la luce del sole.
      Composta venerdì 8 ottobre 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Silvio Squillante

        Tendo le mie speranzose mani...

        Tendo le mie speranzose mani
        nel fiume del vivere;
        agito, scuoto, smuovo con fare convulso
        il setaccio della mia realtà.
        Fa capolino un immenso buco nero,
        abitante delle viscere
        della mia carne e della mia esistenza.
        Piegato e bagnato,
        sudo ed impreco
        sapendo soltanto cosa non sto cercando.
        Sperando in miglior sorte
        ammiro un vecchio neofito della vita
        che poggiato al bastone dei suoi occhi
        scruta con aria sommessa il buio.
        Composta giovedì 30 settembre 2010
        Vota la poesia: Commenta