Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Silvio Squillante

Studente universitario, nato venerdì 8 giugno 1990 a Nocera Inferiore (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Silvio Squillante

Perché parlo della tristezza?

Perché parlo della tristezza?
Perché se gioisco parole non ho
fumo con la pioggia
e butto giù sorrisi se fuori c'è sole.
Mai vissuto per respirar soltanto
sempre pronto a pieno polmoni a sentirmi vivo,
in fila a ricordami il colore del cielo
ho debiti con il mio futuro
perché indietro non mi volto mai.
Mi faccio male giù dal cuore,
un'altro graffio sulla pelle,
odio le speranze, le attese,
ma verso di te, io, non ho pretese,
ritardo anche il sonno,
per te mi deformo
sarò ciò che vuoi per non esser mai me stesso.
Perché parlo della tristezza?
Seguimi, come una stella,
e poi chiedimelo ancora
ma ti prego, non creder mai ad ogni mia parola,
sono nient'altro che il risultato del mio tempo
l'equazione di anni nulli,
di pensieri condivisi insieme al tormento.
Composta martedì 16 ottobre 2012
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvio Squillante

    Naufragai in onde di parole

    Naufragai in onde di parole
    che scroscianti si infransero tra di noi,
    i miei pensieri sorridevano a chi
    per la prima volta
    incrociava i miei occhi.
    Ed io da sempre incredulo
    tirava verso di me la felicità contagiosa
    del tuo sorriso.
    Dipinsi la notte di gioia
    dopo quel incontro,
    avevo visto per la prima volta il tuo viso
    in un'inaspettata sera di novembre.
    Composta domenica 24 giugno 2012
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvio Squillante

      Benvenuto

      Benvenuto nel mondo dove il rifiuto è la prima dedica,
      benvenuto nel mondo dove se tu sbagli c'è sempre chi predica,
      pronto a metterti sulla forca
      ma tiri la corda solo chi non ha la coscienza sporca.
      Mi spaventa il mare, il mio futuro ma non la mia morte
      e so che se vuoi farcela devi essere davvero forte,
      cadrai e ti rialzerai spesso da solo
      e capirai che sono solo i traguardi a fare l'uomo
      ti farai sempre meno male
      botta dopo botta
      mentre io di delusioni ho fatto già una bella scorta.
      Composta domenica 3 agosto 2014
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Silvio Squillante

        Ti ripeto "Speriamo per il meglio se lo vuoi"

        Ti ripeto "Speriamo per il meglio se lo vuoi"
        anche se a farmi compagnia
        ci pensano solo quei sentimenti difettosi
        che ti dovrei riportare indietro,
        Vieni qui se vuoi,
        dove ho il gelo ormai da sempre,
        dove delle notti illuminate
        non restano che spargimenti di brina come sangue in guerra.
        Vieni qui se vuoi,
        ho sogni molto più concreti di un sentimento
        che ci ostiniamo a chiamare amore.
        Vieni qui se vuoi,
        ho un cuore da ricostruire
        in mezzo a macerie ancora ardenti
        di pensieri romantici.
        Vieni qui se vuoi,
        ho ancora un posto dove andare, insieme a te,
        se hai voglia di scambiarci il nostro prezioso niente,
        il nostro prezioso niente.
        Composta giovedì 26 settembre 2013
        Vota la poesia: Commenta