Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Silvano Notari

Transumanza

Il fragile, bianco mantello
ha iniziato lento e pigro
la sua transumanza.

La primavera smeraldo
suo secolare pastore
disegnerà il percorso.

Valicherà, stretto il gregge
prima su colli ondulati
poi sulle vette imponenti.

Conifere, irti sentieri seguono
l'estate leone ha confinato
la neve in un ghiacciaio.

Ancora sarà transumanza,
l'inverno risveglierà la neve
dal suo letargo incantato.

Lieve brumare freddo
sui tristi ingialliti colli
delle disilluse pianure.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvano Notari

    La clessidra (Caduca sabbia)

    Vibrato respiro di sabbia
    in congiunti calici smessi
    breve viaggio del tempo
    lungo l'anima di una cruna.

    Forfora di rocce sfinite
    poi esili granuli, ora
    prigionieri a scandire
    futuri di caducità.

    Un vuoto di vita
    in cristalli coesi
    nell'entità minuscola
    di un orizzonte cieco.

    La clessidra rovescia
    una speranza turchese
    plana nella luce muta
    di un'eternità chimera.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvano Notari

      Anima fragile

      Bozzoli, crisalidi, farfalle
      vite nello spazio di un soffio.
      Riccioli d'esistenza fugace
      tenerezza e fervore dispenso
      un alito di tramonto e sfumano.

      Intanto insistente, opprimente
      il telefono stridulo allerta
      parole abortiscono in gola
      tutti prendono tutto...
      che importa se non gli appartiene.

      L'autunno inghiotte incalzante
      le luci del tuo bel sognare
      isolato, quel poco di rosso
      bricia dei giardini bacco
      grigiore invernale risalta.

      Farfalle, un lontano ricordo
      nel mio poco bagaglio
      ristagna una lieve paura.
      All'ultimo battito d'ali langue
      infreddolita, l'anima fragile.
      Vota la poesia: Commenta