Poesie di Silvana Stremiz

Nato martedì 12 luglio 1960 a Port Arthur (Canada)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Silvana Stremiz

Guarda

Guarda il tramonto,
i suoi colori,
il suo splendore.

Non è solo un tramonto,
ma un giorno che finisce,
un giorno emozionante che se ne va.

Una pagina della tua vita
che prende il via
in attesa del domani.

Guarda l'alba
I suoi colori
La sua bellezza.

Non è solo l'alba
Ma un nuovo giorno che nasce,
una nuova opportunità.

Una altra pagina della tua vita,
che oggi scriverai.
Silvana Stremiz
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz

    Uno sguardo

    Uno sguardo verso il futuro,
    di speranza e ottimismo,
    uno verso il passato,
    con rimpianto e nostalgia.
    Uno sguardo verso il futuro,
    incerto, invitante e intrigante.
    Uno sguardo verso il passato,
    ricordando ciò che è stato.
    Uno sguardo verso ciò,
    che deve ancora avvenire...
    lasciando alle spalle ciò,
    che se ne andato.
    Uno sguardo per chi crede,
    verso l'eternità.
    Silvana Stremiz
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvana Stremiz

      I colori della vita

      Quanti colori ha la vita,
      inizia con un fioco rosa,
      come un colore dell'arcobaleno,
      come i petali di una rosa.

      Con un fiocco azzurro,
      sempre parte di un arcobaleno,
      come il mare o il cielo,
      come l'infinito.

      C'è il rosso, quello della passione
      del fuoco, del dolore
      di un grande sentimento,
      come l'amore.

      C'è il giallo quello della gelosia,
      del sole, del calore,
      quello che riscalda anche il cuore,
      il colore dei fiori.

      C'e il verde quello della speranza,
      di un albero, di una pianta,
      dell'erba, di una foresta,
      il colore della gioia.

      Tutti insieme,
      con altri ancora,
      dipingono la vita.
      Sono i colori della vita.

      Dipingila con amore passione,
      speranza e occasioni.
      Silvana Stremiz
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Silvana Stremiz

        Sei mia figlia

        Ricordo i tuoi occhi blu
        Che più blu non sono,
        i tuoi capelli che non c'erano
        che oggi biondi sono.

        Il tuo corpo minuscolo,
        indifeso e impaurito,
        che più minuscolo non è.
        E oggi si difende da sé.

        Quanto tempo è già passato,
        non sei più minuscola,
        impaurita o indifesa,
        ma sei già una donna.

        Ma una cosa è uguale a ieri:
        Sei mia figlia.
        Silvana Stremiz
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di