Poesie di Silvana Stremiz

Nato martedì 12 luglio 1960 a Port Arthur (Canada)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Silvana Stremiz

Ora che non ci sono più

C'ero in attesa di esserci
attendevo di respirare
la vita, un'emozione
di vedere un arcobaleno.

C'ero in attesa di esserci
amavo il possibile
che è diventato impossibile
attendevo di vedere la luce
e volare in alto
libero come un aquilone.

C'ero in attesa di esserci
pronto per esserci
pronto ad amare
pieno di stupore.
Già ti amavo
ma tu non amavi me.

Quando ti amavo
non mi hai voluto.
Quando gridavo vita
me l'hai negata.

Ora che mi vuoi
ora che hai amore
ora che sei pronta

è troppo tardi...
non ci sono più...
Silvana Stremiz
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz

    Mi Vesto Di Presente

    Mi vesto del presente
    tolgo gli abiti del passato
    sgualciti dal tempo,
    macchiati dall'abitudine.

    Mi rivesto di nuovi colori
    tolgo la muffa ai ricordi
    strappo vecchie fotografie,
    quelle che fanno male.

    Metto in soffitta
    quello che ingombra
    e pesa sul presente.

    Mi vesto di speranze
    magari di semplici illusioni,
    o di qualche sogno
    che profuma di domani,
    per respirare un po'
    di futuro.

    Poi volto pagina,
    è già domani.
    Silvana Stremiz
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvana Stremiz

      Urlo Basta!

      La notte la sento sottopelle,
      il freddo è quello
      dell'era glaciale,
      i lividi percorrono la mia anima

      Il candore l'ho perso
      fra le tue mani.
      Tutto è stato un attimo
      eppure è durato l'eternità.

      Tutto fa terribilmente male
      il respiro mi manca
      griderei aiuto,
      ma impotente
      ti guardo, implorando
      senza parole.

      Disillusa mi dissolvo
      in un buio senza tempo.
      Urlo basta
      ma continui,
      la mia anima si schianta.

      Il domani non c'è
      sogni s'infrangono,
      li stai portando via
      mentre ti muovi
      dentro me.
      Silvana Stremiz
      Composta domenica 14 giugno 2009
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Silvana Stremiz

        Il Cappotto Di Sogni

        Metto il cappotto pieno di sogni
        per riscaldarmi dal freddo del tempo

        Riempio le tasche di fotografie
        per confondere la tristezza.

        Strappo pagine di dolore ai ricordi
        per affrontare meglio il presente.

        Tolgo il rumore ai silenzi
        guardando verso il futuro.

        Affronto la notte cercando una stella
        per ingannare l'oscurità.

        Attendo domani per sentire il sole
        e togliere il cappotto per una nuova realtà.
        Silvana Stremiz
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di