Poesie di Silvana Stremiz

Nato martedì 12 luglio 1960 a Port Arthur (Canada)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Silvana Stremiz
Forse...
Abbiamo preso lo stesso treno
viaggiando sempre su due binari diversi
in senso contrario senza mai raggiungerci.
Ci siamo afferrati per mano senza tenerci
ci siamo abbracciati senza stringerci.

Forse...
Abbiamo confuso il sentimento
con il brivido della passione di un istante,
mescolato sogni, illusioni e fantasie,
speso parole e carezze illudendo il cuore
senza mai realizzare un noi.

Forse...
Abbiamo condiviso senza condividere,
abbiamo creato senza creare.
Abbiamo amato senza saper amare,
siamo stati senza mai "essere".

Forse...
Abbiamo vissuto senza viverci.
Ci siamo guardati senza trovarci
abbracciando albe diverse mai in sintonia,
lasciando tramontare il tempo sull'amore.

Forse... è giusto... aver il coraggio di dirsi Addio...
Silvana Stremiz
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz

    Forse... Sicuramente

    Forse... Sicuramente
    Mentre piego il passato
    e a fatica anche i ricordi,
    metto via il sorriso
    spento dagli eventi.
    Aspetto di essere trattenuta
    da motivi e desideri, da parole
    o da un semplice gesto.

    Qualcosa che mi dia una ragione
    per non chiudere la porta
    e fermarmi ancora un po'.
    Per non andarmene così
    senza neppure un addio.

    Per non seppellire momenti
    frazioni ed emozioni di noi,
    di un "noi" svanito, inventato
    o forse semplicemente sognato

    Forse... sicuramente
    Cerco di comprendere il perché
    ma una ragione non c'è
    se non io, quello spietato "io"
    che alberga in te.

    A volte basta un gesto sai?
    Una parola banale
    per non uccidere un'anima,
    per trattenere chi "ami"
    e dare respiro al cuore.
    Silvana Stremiz
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvana Stremiz

      La Danza Del Dolore

      Quando penso a noi non vedo il noi.
      Se mai c'é stato, albergava solo in me.
      Sento il vuoto delle parole
      ricordi confusi fra sogno e realtà
      e il cuore sembra spezzarsi in due.
      Come quando il fulmine squarcia il cielo
      e inizia il ballo di lampi e di tuoni
      e iniziata la danza delle lacrime
      il sapore del sale è amaro
      e quel travaglio di ricordi
      sembra dover partorire solo infelicità.
      Silvana Stremiz
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Silvana Stremiz

        Ci sei, anche quando non ci sei

        Mi piace credere
        che a volte mi pensi
        come capita a me,
        che a tratti ti manco e
        che se non ci sei è solo
        perché non puoi.

        Che ti appartiene
        lo stesso desiderio,
        che il tempo che ci divide
        a volte è un tormento
        a volte nostalgia,
        un dipinto fatto di noi.

        Che la notte a volte ti manco,
        che appartengo ad un sogno,
        che se nulla avviene
        è solo perché non puoi.

        Mi piace credere
        che un giorno ti rivedrò
        guardandoti negli occhi,
        trovando un po' di me.

        Che comprenderai
        il posto che occupi
        e l'immenso che sei.

        Mia piacere credere
        che un giorno
        mi vedrai veramente
        per quella che sono
        con difetti e pregi.

        E con la voglia di abbracciarmi
        mi stringerai a te guardandomi
        con gli occhi e con l'anima
        di chi un po' mi ama.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Silvana Stremiz

          Se...

          Se non hai tempo per me,
          se i tuoi pensieri non possono,
          se hai fatto le tue scelte
          e per me non c'è posto,
          se il posto che offri
          è solo ritaglio di tempo
          fatto di pensieri distratti
          col rumore del niente...

          Se ogni gesto è incompiuto,
          insapore, né dolce né amaro,
          con l'odore dell'indifferenza...
          Se averti è accontentarsi
          di briciole, di attese
          di angoscia e tormento,
          piena di dubbi senza risposta...
          Se l'unica certezza
          è il vuoto che è in me,
          se troppo ci ho scommesso
          e poco o nulla mi dai
          e se del tempo non hai...

          Me ne vado, piego i ricordi
          prendo a calci il niente, straccio il dolore
          raggiungo domani guardando il passato
          con una lacrima che scende,
          non trovo una ragione che mi trattenga.
          Silvana Stremiz
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di