Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Silvana Stremiz

Nato martedì 12 luglio 1960 a Port Arthur (Canada)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Silvana Stremiz
Hai toccato il fondo lo sai
più in giù non potevi.

Saresti andata oltre se...
ma il pavimento era di cemento.

Hai sbattuto la testa
fino a sentirti mancare il respiro.

Hai pianto fino ad esaurire
ogni lacrima e perdere ogni forza.

Il freddo invadeva ormai tua anima e corpo.

Mentre il respiro ti abbandonava
e niente ti dava una ragione per esserci.

Il freddo ha incontrato il sole
lentamente si è sciolto il freddo di te.

Ogni alba è stato un nuovo dono
e ora che sei a galla, il tempo ti è tiranno.

Mentre come la sabbia ti scivola via
conservi con forza, incastrati tra le dita,
gli ultimi granelli della tua vita.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz
    Voglio insegnarti
    Come togliere l'amaro
    ad ogni maledetta verità
    Il valore del tic tac

    e come rendere eterno un attimo
    mentre il tempo cerca di fotterti.

    Voglio insegnarti a
    sfilare il sale alle lacrime
    un granello alla volta
    perché è possibile
    anche quando appare impossibile.

    Voglio insegnarti a
    seminare un sogno
    nel deserto del nulla
    e raccogliere le stelle
    nel cielo del domani
    proprio in quel giorno
    in cui il domani non c'è più.


    Voglio insegnarti
    a prendere il "più" di ogni poco
    renderlo infinito
    fottendo il disegno del tempo
    e tutti i suoi scarabocchi
    saziandoti di un arcobaleno
    mentre quell'attimo bastardo
    non aspetta altro che piegarti.
    Composta venerdì 2 novembre 2012
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvana Stremiz

      Ancora Vita

      In riva al mare
      cammino
      con la sabbia fra le dita
      le onde sfiorano
      il mio corpo
      ne sento l'odore
      ne sento il sapore
      mi arriva tutto, fino al cuore.

      Cammino oltre
      verso l'infinito
      il sole tocca il mare
      ne vedo i colori
      mi pare di sentire un fruscio
      provo emozione.

      Guardo ancora incredula.
      Il giorno che si è fatto sera
      la sera che
      si è fatto notte
      Nella notte vedo
      brillare le stelle.

      Quelle stelle sembrano
      gridare vita.
      Baciano la luna
      coprono il sole
      si spegneranno all'alba
      quando riapparirà il sole.

      E io ancora incredula
      con gli occhi di una bambina
      resterò incantata
      chiedendo: "Ancora vita".
      Vota la poesia: Commenta