Le migliori poesie di Silvana Stremiz

Nato martedì 12 luglio 1960 a Port Arthur (Canada)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Silvana Stremiz

Vorrei

Vorrei aver detto più volte,
a chi amo: "ti voglio bene"
Vorrei aver memorizzato
ogni istante del mio vivere.
Vorrei conservare i ricordi
nella memoria del tempo.
Vorrei ridere di più
e saper cogliere
i momenti del vivere.
Vorrei incidere nel tempo
i nomi dei volti amati,
di quelli casualmente conosciuti
e di quelli che a volte ho odiato.
Vorrei conservare il meglio
di questa vita, senza dimenticarmi
nemmeno del brutto.
Vorrei che questo tempo
non finisse mai,
che i ricordi
fossero sempre presenti.
Silvana Stremiz
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz

    Voglio la tua anima

    Voglio
    amarti tutto.

    Non voglio la tua carne
    l'apparenza
    o i sensi di un attimo.

    Voglio la tua anima
    il tuo cuore
    la tua mente
    essere la tua follia.

    Voglio scenderti dentro.
    Voglio sentirti dentro.
    Voglio l'immenso.

    Voglio appartenerti
    averti
    essere il tuo brivido
    dentro e fuori
    per quell'attimo folle di noi.
    Silvana Stremiz
    Composta nel 2014
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvana Stremiz

      La Vita che ritorna

      Sulla pelle
      l'asfalto rovente
      conficcato nel corpo
      lamiere come coltelli.

      Il sole si spegne
      oscurando il giorno.
      Trasformando l'afa
      di Luglio in un gelo di Dicembre.

      La radio tace
      non c'è musica
      di sfondo solo
      un lontano vociare.

      Il respiro
      sembra sostare
      il dolore è lacerante.
      Grida disperate.

      La sirena
      è orami lontana,
      ogni rumore
      ogni visione
      si trasforma
      nel buio più pesto.

      Ci sono giorni
      senza tempo.
      Che attendono
      Un tempo migliore.

      Dove il passato
      è presente,
      Ed il presente
      pronto dissolversi.

      Tutta la vita
      ti scorre davanti
      Come le sequenze
      di un vecchio film.

      Tutto è così lontano
      così vicino
      così irraggiungibile
      sembra finito.

      I giorni sono contati
      da chi a te è caro.
      Giorni di dolore
      disperazione.

      Di non speranza
      per riempirsi di speranza.
      Torna una luce è,
      la vita che ritorna.
      Silvana Stremiz
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di