Le migliori poesie di Silvana Stremiz

Nato martedì 12 luglio 1960 a Port Arthur (Canada)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Silvana Stremiz

Nuovi colori e spazi bianchi

Ricomincio da qui... ce la posso fare
Riparto da me
non si tratta d'orgoglio
solamente di dignità
riprendo il mio essere DONNA
Seppellisco
l'amarezza dell'umiliazione
dell'attesa eterna del niente
che ha consumato le mie notti
in inutili stupide preghiere.

Un consumarsi lento e logorante
del cuore e dell'anima.
Mettere via il rumore del silenzio del vuoto
del dolore di quello che vorresti e che non è
È doveroso quando uccide.

Riparto da qui...
con in una mano il passato
per non dimenticare ed errare ancora
nell'altra la speranza, il coraggio
di chi sa che esiste un domani
e con la forza di chi ancora crede.

Riparto con tutti i miei errori
con un bagaglio pieno di tutto
e l'anima piena di nulla
con speranze deluse
con nuovi colori e spazi bianchi
da riempire con il coraggio che c'è in me.
Silvana Stremiz
Composta venerdì 2 dicembre 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz

    L'essenza della vita

    Sente l'uomo ciò che vuole udire,
    vede l'uomo ciò che vuole vedere.
    Sogna l'uomo che vuole sognare,
    ama l'uomo che vuole amare.
    Arriva solo laddove tiene ad arrivare.

    Uomo non mettere limiti al tuo "io"
    Ascolta oltre al tuo udire.
    Guarda oltre al tuo vedere.
    Sogna oltre al tuo solito sognare.

    Ama con intensità
    lascia spaziare il cuore.
    Laddove non porrai limiti
    raggiungerai l'infinito,

    Nell'infinito l'essenza della vita.
    Silvana Stremiz
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvana Stremiz

      Mi manchi

      Mi manchi,
      mi manca,
      la tua voce.
      Mi manca,
      quella parte di te,
      che sognava,
      anche quando,
      eri senza sogni.
      Quel tuo stare bene,
      anche quando stavi male.
      Mi manca quel sorriso,
      che nascondeva le lacrime.
      Quelle lacrime nascoste,
      dietro quei occhi chiusi.
      Quegli occhi blu,
      trasparenti limpidi infiniti
      come il cielo.
      Mi manchi...
      M manchi tu papà.
      Silvana Stremiz
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di