Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Silvana Stremiz

Nato martedì 12 luglio 1960 a Port Arthur (Canada)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Silvana Stremiz
Io vivo con intensità
sento dentro ogni momento
fino infondo, con odio e amore
verso le gioie e i dolori

Quello che ho non mi basta mai
Cerco le risposte che non ho
dei tanti "perché", dei tanti" se",
i" forse" e i "ma" non hanno più senso

Oggi comprendo l'importanza
di ogni gesto, di ogni parola.
Di ciò che ho, di ciò che" potevo"
e non mi arrendo non posso non voglio.

Tutto ha un colore, un sapore diverso
gli anni ne hanno dato un altro senso.
È tutto magicamente stupendo
o tragicamente deludente.

Ma tutto ma proprio tutto
tremendamente intrigante.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz

    La Vita

    La vita è fatta di alti e bassi.
    Di gioia e di dolore.
    È fatta di sorrisi e di pianti.
    La vita è fatta di sogni realizzati e non.
    La vita è fatta di riuscite e di sconfitte.
    La vita è una sfida continua.
    Di soddisfazioni e insoddisfazioni
    La vita è fatta di ricordi e qualche rimpianto.
    La vita è fatta di misteri di scoperte fatte e non fatte.
    La vita è fatta di amore e di odio,
    di guerra di pace.
    La vita è "Vita" ed esserci è
    fantastico.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvana Stremiz

      Si spensero le stelle

      Fu notte fonda.
      Su di me
      le gocce di te.

      Si spensero
      le stelle nel cielo,
      sentii addosso il gelo.

      Mai notte fu più lunga
      L'anima gridò
      la bocca non parlò.

      Mi trasportasti
      nelle viscere dell'inferno
      strappandomi l'innocenza.

      Tu mano amica,
      uomo adulto, nemico
      mano traditrice.

      Gridai senza voce
      Senti lacerarmi il cuore
      Mi impedisti le parole.

      Quanti sogni spezzati
      Quanti principi trasformati.

      Quanti notti pieno di incubi
      sognando streghe e uomini neri.

      Gridai aiuto nessuno senti
      gridai mamma ma tutto tacque.

      Scesero lacrime,
      che nessuno asciugò.

      Il silenzio consumò il tempo,
      non il ricordo, non il dolore,
      non la vergogna, neppure il tormento.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Silvana Stremiz
        A volte amiamo un passato immaginato
        emozioni sognate sogni inventati.

        Amiamo l'ipotesi, la possibilità.
        Quel irreale che poteva esserci,
        che non c'è stato ma solo desiderato.

        Amiamo un'emozione percepita ingrandita
        fino all'infinito, fino toglierci il respiro.
        Fino a togliere il respiro, fino a starci male.

        Amiamo l'infinito di niente,
        lasciando l'immenso
        di ciò che abbiamo costruito.

        Quel caldo abbraccio.
        Un sorriso di bimba
        quella realtà che ha riempito la nostra vita.
        Vota la poesia: Commenta