Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Silvana Stremiz

Nato martedì 12 luglio 1960 a Port Arthur (Canada)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Silvana Stremiz

Ascolta

Ascolta....
Non lasciar fuggire l'amore
non arrenderti all'orgoglio.

Ascolta...
Il rumore delle lacrime
il sangue che esce dal cuore.
Quella voglia di "ancora",
di sognare e respirare.

Ascolta...
Il freddo della sua assenza
delle parole che mancano
il tempo che non scorre
e che lentamente uccide

Prendi quell'orgoglio
asciuga le lacrime
rincorri l'amore
e vivi il calore di domani.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz

    A mio Padre

    A mio padre
    Ricordo i tuoi occhi quasi spenti.
    Il tuo sorriso a stento.
    Le parole che avrei voluto dirti,
    che non ho detto.
    La tua forza, il dolore soffocato,
    la tua infelicità nascosta,
    e la tua lealtà.
    Ricordo il tuo amore, non sempre capito.
    Le tue lezioni di vita, a volte esagerate,
    I tuoi rimproveri.
    Ricordo il tuo orgoglio nel nominarci,
    la tua felicità nel vederci.
    Ricordo i valori che ci hai trasmesso,
    la tua voglia di giocare e di vivere,
    e forse anche di morire.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvana Stremiz
      I would have liked to take your hands
      to give you some more time
      to keep you hear and not let you go.

      I would have liked to be your mind
      to give you joyful thoughts
      and make you smile again.

      I would have liked to be your heart
      to make it fly again
      scanning beats of love.

      I would have liked to be your eyes
      to teach you to look
      so you can see the "still" much to see.

      I would have liked to be your soul
      to make you feel the life
      and dispossess death.

      But i could not...
      because your soul was
      already death.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Silvana Stremiz

        Si chiama "amore", il "respiro" del cuore

        Cancello tutto o quasi
        un "reset" generale,
        tiro fuori un foglio bianco
        dove riscrivere me stessa.

        Passato, presente, futuro.
        Quello che conservo sono
        quattro nomi infondo al cuore,
        quelli che contano
        si chiamano amore.

        E poi ci sei tu...
        Ben piazzato, radicato
        fra le pareti della mia anima
        per farmi respirare il "puro"
        Il limpido, l'amore vero.

        Quello che nulla chiede
        se non un sorriso, un abbraccio
        o un semplice ciao.

        Nel cuore alberga
        quel profondo respiro
        che dà un senso a tutto,
        ad oggi e a domani.
        Composta domenica 5 luglio 2009
        Vota la poesia: Commenta