Le migliori poesie di Silvana Stremiz

Nato martedì 12 luglio 1960 a Port Arthur (Canada)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Silvana Stremiz

Avrei Voluto... Papà

Avrei voluto stringerti la mano
per regalarti del tempo
per fermarti e non lasciarti andare.

Avrei voluto essere la tua mente
per regalarti gioiosi pensieri,
per farti sorridere ancora.

Avrei voluto essere il tuo cuore
per farlo battere ancora
e scandire battiti d'amore.

Avrei voluto essere i tuoi occhi
per insegnarti a guardare
per farti vedere "l'ancora" molto da vedere.

Avrei voluto essere la tua anima
per farti sentire la vita
per scacciare la morte.

Ma non ho potuto...
perché eri già morto
dentro di te.
Silvana Stremiz
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz

    Ultimo Giro di Tango

    In questo ultimo giro di Tango
    danzerò con te
    fino all'ultimo respiro
    ma non stringermi troppo a te.

    Sarà guardandoti negli occhi
    non ci saranno fiumi di lacrime
    ci sarà comunque un sorriso.

    Non spegnerai il sole dell'alba
    ne strapperai le stelle al mio universo
    ne ruberai i colori del mio arcobaleno

    Ora balliamo pure
    occhi negli occhi
    questo ultimo giro di tango
    lo danzerò con te.

    Fra le lacrime un sorriso;
    mentre mi stringi a te
    alla vita mi stringerò.
    Silvana Stremiz
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvana Stremiz

      Era una bambina

      Era una bambina
      che sognava il principe azzurro
      le favole erano ancora una realtà
      e quel primo bacio sarebbe stato magico.

      Poi arrivasti tu in una notte d'estate
      rubando la magia a quel bacio
      e con violenza le hai strappato
      la cosa più bella: "l'innocenza".

      Quei occhi imploravano no
      quelle lacrime erano di dolore
      e quel "no" era terrore.

      I tuoi sensi hanno goduto
      su quel corpo ancora acerbo
      spezzando le ali ai suoi sogni
      e rubando i colori alle sue favole.

      Hai spezzato le gambe al cavallo bianco
      e tagliato la testa al principe azzurro.

      Biancaneve è rimasta avvelenata
      Cenerentola è rimasta serva
      il principe si è trasformato nel uomo nero.

      Hai rubato il sole ai suoi giorni
      spegnando il calore dell'estate
      portando l'era glaciale
      fino alla sua anima.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Silvana Stremiz

        Piccolo Angelo Biondo.

        Tommy

        Occhi azzurri riccioli biondi
        con la vita che scorreva in te.
        Con ancora in tasca tutti i sogni
        e tanto amore da dare
        da ricevere da vivere.

        Fiori da raccogliere e seminare
        arcobaleni da dipingere
        Ninne nanne da ascoltare

        Quale sogno rincorrevi
        mentre quella mano
        te lo ha schiacciato?

        Te ne sei andato anzitempo
        quando ancora tutto poteva "essere"

        Piccolo angelo volato in cielo.
        Silvana Stremiz
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Silvana Stremiz

          Ho imparato

          Ho imparato a sorridere fra le lacrime
          e ad asciugarle con un sorriso.
          Ho imparato che mentre tu piangi
          delle tue lacrime qualcuno riderà
          Ho imparato che per ogni cosa c'è un perché
          ma il perché non sempre si trova.
          Ho imparato che se vuoi vincere
          devi far credere che sei forte.
          Anche se non sei forte puoi vincere
          Ho imparato che non puoi insegnare
          ciò che non hai imparato
          ma puoi imparare
          anche da chi non sa quello che tu sai.
          Ho imparato che se perdi lottando
          il sapore è meno amaro.
          Ho imparato, che fino all'ultimo respiro
          tutto si può ancora fare.
          Ho imparato lottando,
          che la vita è una grande opportunità
          che la vittoria è un sorriso.
          Silvana Stremiz
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di