Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Silvana G.
Stavo fuori a fumare una sigaretta...
alzo il mio sguardo per ammirare
il cielo mi metto a pensare sento
gli uccellini cinguettare mentre
i raggi del sole emanano calore
che mi riscalda il cuore, allora
penso con gioia infinita
com'è bella la vita.
In una giornata così bella
sembra che l'inverno è lontano,
perö poi vedo il sole
svanire piano e allora ritorno
nella mia malinconia...
finisco di fumare e mi
accingo ad entrare,
quando sono in casa
il sole fuori riappare
e bello vedere le
montagne maestose
innevate, che adesso
dal sole vengono baciate.
E stasera per noi si sono
addobbate di un bianco
soffice e vellutato
e l'hanno fatto per chi
è innamorato per chi sta
cercando la felicità per
chi l'ha trovata i già
per chi amore ne ha
da offrire qua e là...
si è proprio bella
la vita,
è questa è la verità
e ognuno di noi lo sa.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana G.

    Voci nella notte

    Voci nella notte
    Le voci che ascolti di notte sono tante
    tutte diverse tra loro sono voci che
    non passano inosservate perché
    dal silenzio sono amplificate se
    poi c'è vento lampi e tuoni c'è
    un temporale e la notte
    diventa spettrale tetra che
    fa paura con ululati e miagolii
    e grida di ubriachi
    finestre che sbattono porte che cigolano
    cani randagi che litigano
    gatti in amore
    e tu che dici
    fate silenzio per favore
    non voglio sentire
    voglio dormire
    poi la tempesta passa
    e lascia un profumo fresco
    d'erba bagnata sulle foglie
    ci sono gocce di rugiada
    ed ecco sembra tutto perfetto
    i gatti che miagolano sul tetto
    i lampioni accesi e due innamorati
    che si tengono stretti e abbracciati
    ignari di essere osservati
    da due occhi piccoli ma vivaci
    sono gli uccellini che cinguettano alla luna
    ci sono le stelle se le guardi portano fortuna
    si e bella la notte stellata
    sembra una notte fatata
    se si racconta una fiaba
    con castelli incantati
    fate e re è proprio la notte
    adatta per te che sei innamorata
    e mezza addormentata
    provi a immaginare una stella
    allora afferri la piu bella
    la piu luminosa e intanto
    la notte passa la luna
    svanisce la luce della
    stella sbiadisce si
    perché si affaccia il giorno
    e la stella e li anche se noi non la
    vediamo perché è giorno
    la luna le stelle sono li
    in attesa che la notte
    li chiama per un'altra
    notte stellata una notte
    incantata innamorata
    della vita che è infinita
    e le voci ora allegre
    ora tristi a volte paurose
    a volte deliziose
    ma pur sempre amplificate
    per questo non passeranno
    mai inosservate anzi
    tutti le sentiranno
    giovani vecchi e bambini
    pian piano con quei suoni si
    addormentano per poi
    ricominciare a sognare
    castelli fate e re
    stelle incantate
    stelle lucenti
    stelle colorate
    stelle innamorate
    si innamorate
    proprio come te
    perché in quel mondo
    incantato tu sei fata e re
    e decidi tu la parola
    una sola
    fine della storia.
    Vota la poesia: Commenta