Questo sito contribuisce alla audience di

Le sensazioni del suo arrivare

Il suo sguardo spalanca i giorno sulla percezione.
Labbra di burro profumato
Gola per le sere stanche.
Le mie preghiere che si fanno coperta,
per proteggerlo dal freddo.
Cosa farai di questi attimi?
Ho nascosto il cuore tra i limoni e i geranei.
Non si nuove l'erba se non viene da me.
Lisergici orizzonti impiccati come quadri
danzano sui muri.
Lei è un uomo con occhi grandi
cuscini dove il suo peso ristora.
Ha l'affetto bucato,
ingabbiato e ammanettato
tra le onde dei suoi vorticosi respiri.
Non scrive più
un nome
non è mai stato il suo.
Ride di lei
che trattiene nelle lacrime
nuvole di libertà
densa di vendetta,
Piena di marte e giove.
Un sentimento che è un guerriero
travestito da ignoranza.
Ferisce e cade
sporcandosi di oblio.
Vota la poesia: Commenta

    Se non comprendi il mio amore

    Amore mio
    Il cuore mio si è smarrito
    Tra i pensieri e le ore e tutte le cose del giorno
    che non ho fatto insieme a te.
    Amore mio
    che ignaro sei di essere il mio amore.
    ti ho nascosto in quella parte di cuore,
    dove trovi tutte le cose buone di un uomo.
    Sei arrivato come una buona notizia in un giorno noioso,
    Come il tenero bacio di un parente che parte alla stazione.
    Come l'onda fresca
    del primo bagno estivo.
    Amore mio
    se tu sai
    che del mio colmo cuore non puoi tutto possedere,
    Dimmelo.
    E non lasciarmi perdere i sorrisi sinceri,
    I baci piu dolci,
    le soffici carezze,
    Prendi tutto quello che puoi,
    Stendi piu che puoi
    i tuoi palmi,
    e se non con le mani,
    Prendimi con gli occhi,
    Prendimi con le gambe,
    Non lasciare che il mio amore per te si tramuti in arida delusione,
    Non farmi sgretolare.
    Amore mio
    Se non m'ami
    come ti amo io non mi importa,
    Ma se non compendi il linguaggio del mio sentimento,
    Allora non portarmi lontano,
    Non regalarmi profumi e tramonti romantici,
    Non darmi il calore del fuoco quando tremo.
    Lasciami tremare,
    Lasciami qui nella mia terra,
    Lasciami raccogliere tutte le me che ho donato a te,
    Lasciami un libro dalle bianche pagine
    su cui io possa
    scrivere con le lacrime
    i giorni dell'abbandono.
    Cammino verso te
    Semplice
    Con gli occhi lucidi e il battito pesante
    Cammino verso te...
    E penso che è generosa la vita,
    Oltrepasso te...
    Si è annerito il cielo.
    Vota la poesia: Commenta

      La loro rabbia e l'amore

      Dalla bocca di un incubo spurghi gocce di rogo,
      E reclami che le rinnovi in carezze piumate...
      Cosa sono gli angeli?
      Se non forme mai viste.
      Eppure noi vogliamo prestare fede,
      perché abbiamo l'anima in miseria.
      Il vento spettina,
      Lo schiaffo sconvolge,
      Il cibo riempie lo stomaco,
      e tu guardi con amore
      un sole che ti fa venire le rughe,
      e non te ne accorgi.
      Il bello invecchia,
      Il piacere ferisce,
      Le parole fiaccano.
      L'amore è l'egoismo che si condivide...
      nel posto dove le anime trovano rifugio.
      Ciascuno ha la sua anima di gomma,
      per rimbalzare in questa galassia di malvagità.
      Cos'è la sofferenza che ti infliggono?
      Nonché voglia di sentirsi intenditori nel teatro della vita.
      Che ognuno completi il suo tragitto
      e non trapeli interesse per il disonesto.
      Non presti udito al sussulto di un ingiuria...
      Vai con le tue mani e sulle tue ossa.
      Fino a che il tempo non ti fotta anche quelle.
      Vota la poesia: Commenta

        Ragazza Delusa

        L'arcobaleno perde i suoi colori
        le luci si dileguano,
        l'oscurità emerge dagli abissi.
        La luce della luna muore sui volti.
        che ne è del cuore?
        duro come una spiga di grano
        arido di giorni di sole.
        Si muove,
        si contrae
        sofferenza.
        È un gemito
        domato, spento.
        Come un gattino
        abbandonato sulla via
        io ritorno a casa.
        Al calar della notte
        inventerò una nuova luce.
        Vota la poesia: Commenta

          Strano Amore

          Allegri i tuoi occhi
          Immense stelle tocchi.
          lontano non ci arriveremo mai...
          quanta tenerezza che mi fai.

          una stella grande c'è
          E sei proprio te.
          Passeggi e volteggi
          sulle mie parole hai lasciato gli ormeggi.

          E se poi mi guardi,
          tagli tutti i traguardi.
          Il mio cuore prende l'ascensore
          Mi va in testa e protesta
          Vuole amore, solo amore.

          Tu pescatore di stelle,
          non sai quanto la tua preda sia ribelle,
          aspetti che venga all'amo
          ma si trattiene nel dirti "ti amo".

          Specchi rotti senza profitto
          quando averti sembra un diritto.
          Voglio confermarti che le tue stelle sono su di me
          nessuna domanda, nessun perché.

          I tuoi occhi
          li porto al collo con due fiocchi.
          Tu, farcisci il silenzio, quando tutti vanno via
          rimani e sei follia.
          Vota la poesia: Commenta