Questo sito contribuisce alla audience di

Come se fossero lacrime di sole

Godo nel bere le tue bugie
Come se fossero lacrime di sole.
Tu ti lasci
io guardo la metamorfosi dei tuoi pensieri
che germogliano dalla tua fronte
indomabile e libero io ti amo.
Tu non mi parli
Riposi tra le braccia di giorni fragili.
Oggi inondi con il mare dei tuoi forse
Domani sei arido deserto di silenziosità.
Mano nella mano
oratore sul mio petto
culla il piacere.
Viscide speranze strisciano via
Tra condensa di respiri
e battiti soffocati.
Ultimo sorso di speranze
Mentre la luna sta correndo
portandosi dietro carezze e tenere apparenze.
Vota la poesia: Commenta

    Muoio di Ottobre

    Volteggiando
    schiavi disegni contorti
    sfuggono via,
    si uniscono alle lacrime
    allargandosi in freschi orizzonti.
    Io muoio per te,
    Bramando
    nell'ombra dei sogni
    su tetri e vasti villaggi.
    Crisi isteriche per volere quello che non c'è.
    Io muoio per te.
    Dammi ancora gli occhi accesi
    Sono una mente ardente
    che si nutre di spiragli di te
    Sarà un egoista bisogno di legarti
    al cielo della mia stanza.
    Scorgendo
    frammenti di parole che il vento ha dilaniato troppe volte.
    Tra miriadi di volti
    Tu sarai il destino dove orbiterò senza fine.
    Vota la poesia: Commenta

      Aria

      Ho tedio di quest'aria
      Che toglie via
      Le ali dalla pelle mia.
      allucinazione livida
      si attende e sulla cute rabbrividì.
      Quello che non ti aspetti
      tra ritratti di luce rifletti
      inganni e disarmonici suoni.
      Idee mi ruba via quest'aria
      pesante lei non varia.
      Mi sto sfracellando nel mio viaggio
      Un viaggio come il panico di Maggio.
      Quando i fiori non solleticarono il mio volto
      perché giacevano su alberi morti.
      Dimentico il diluvio che ballava sui vetri
      Dimentico gli scritti e i toni tetri.
      I destini spogliati non si braccano più.
      Riprende il timore di precipitare giù.
      Voglio un letto libido
      Una stella timido
      Tornerà a farmi compagnia
      Mentre scrivo una poesia.
      Odio quest'aria non mi fa respirare
      Sulla verticalità dei miei sogni mi farà scoppiare
      di risa, d'amore e di vita.
      Spalancando gli occhi rivelerò la via d'uscita.
      Vota la poesia: Commenta

        Attimi di miseria

        Prima che si offuschi lo splendore dagli occhi...

        Vado per smarrite strade.
        Non riesco neppure a parlare con me,
        ho miseria di quel respiro
        che culla il mio abbattuto, bisogno di compagnia.

        Senza di lui sarebbe vivere senza memoria:
        Perché io ricordo solo di rivederlo.
        Le parole troppo spesso deludono
        e le persone si illudono.

        Qulcuno sta tornando accasa
        mentre io corro nel deserto,
        dubbi carnivori mi rincorrono,
        è tutta colpa dell'inverno che non vuole morire.

        Prima che si offuschi lo splendore dagli occhi...

        Voglio solo bendarmi gli occhi
        ho dei giorni da salvare,
        notti da colorare,
        parole che hanno paura di dire.
        Vota la poesia: Commenta

          Luna di sangue

          La luna di sangue con le sue lingue,
          Lecca un sole svagato che lesioni estingue.
          Tramuta l'orrore,
          Asciuga il volto da sudore.
          I pugni presi,
          Sono sempre più di quelli resi.
          La pelle che cade
          Non germoglia e invade
          Un vuoto che riempie
          Come aghi nelle tempie.
          La vampa della vendetta
          È un rammarico di scelte prese in fretta.
          Nel mio ego per terra giace
          Una pozza di pace.
          La luna di sangue mi chiama
          La terra squarciata da una lama.
          Un nuovo equilibro regna
          Di sangue nuovo il cuore s'impregna.
          Vota la poesia: Commenta