Poesie di Sara Tagliaferri

Nato sabato 9 novembre 1991 a Ponte dell'olio (Italia)

Rivestiti di me

Rivestiti di me,
della mia essenza
del mio calore,
rivestiti del pallore
sotto le stelle a far l'amore,
il velo della luna rischiara il tuo candore.
Rivestiti dei baci e dei sorrisi
soffocati dalle onde
dei capelli scompigliati.
Ricopriti di amore,
fra pelle e abbracci,
possiamo fare a meno
di codesti inutili stracci.
Respira la mia voce
fra ansimi e carezze,
il dolce vento culla
con le soavi brezze.
Labbra d'amaranto
di gioia sgorga il pianto.
Rivestiti di membra ossa e cuore.
Riscopri la bellezza
di amare e di sperare.
Sara Tagliaferri
Vota la poesia: Commenta

    Quel bicchiere rosso scuro

    Rammento quelle sere,
    la malinconia era banale;
    come compagno quel bicchiere.

    Chi tra me e lui,
    per primo sarebbe riuscito a svuotarsi?
    Quel colore rosso scuro?
    O il mio cuore, saturo di malumore?
    Gli occhi erano arsi.

    Le lacrime avevano finito di scorrere,
    il vino,
    a suo modo,
    impediva al pensiero di correre.

    Rimaneva solo il divano,
    fra i cuscini,
    parole sconnesse nella mente,
    ed il sonno,
    finalmente,
    piano piano.
    Sara Tagliaferri
    Vota la poesia: Commenta

      Speranzosa colomba

      Come una colomba
      dai temporali tormentata,
      piume impregnate dalla violenza del vento.

      Sei tu il mio tormento.
      Fulmine sui prati fioriti,
      disegni lividi su me
      esanime.
      Fragile nell'angolo buio,
      chiusa
      nella gabbia invisibile,
      filo spinato inveisci persistente,
      la paura m'incatena.
      Emozione avvelenata,
      protendo gli arti.
      Le tue urla
      cinghie trasparenti
      sull'anima portan pena.
      Le tue mani
      sassi rudi
      sulla pelle segnan orme dolorose.
      Invivibili
      dannati giorni,
      pungon come rose.

      Speranzosa colomba,
      tra pioggia e fulmini,
      nel dolore
      gracile
      affonda.
      Sara Tagliaferri
      Vota la poesia: Commenta

        Oltre l'io

        L'apparenza inganna,
        immutabile parvenza fragile,
        anima esanime fra ricordi indisposti,
        avamposti
        li opposti emisferi dei pensieri onesti;
        tra quei giorni mesti,
        ricerchiamo l'invisibile essenza,
        oltre l'io,
        impalpabile consapevolezza
        dell'intoccabile coscienza.
        Luce interiore
        dell'anima l'eterna giovinezza.
        Sensazione superiore
        dai pensieri invalicata.
        Leggerezza dell'io
        dal vento trasportata,
        non più sfiorata dal frastuono,
        dal cosmo emarginato.
        Silenzio desiderato,
        dalla meditazione cullato.
        Oltre l'io.
        Sara Tagliaferri
        Vota la poesia: Commenta

          Desideri cancellati

          Soccorro il pensiero
          mentre si perde nell'antro nero.
          Decoro di speranza
          ogni desiderio disimposto,
          cancellato
          obliato;
          quel riflesso,
          occhi vitrei senza sentimenti,
          apatia.
          La tristezza rende insofferenti.
          Stringi i denti.
          Fiume in piena di emozioni,
          ladro di speranza,
          rubi i frutti appena colti,
          svuoti la stanca stanza dell'anima,
          scuci i bordi del centrino forato.
          Cadono milioni di pensieri
          annegano nelle lacrime di ieri.
          Rimango assente nel iniquo presente.
          Sara Tagliaferri
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di