Poesie di Sara Tagliaferri

Nato sabato 9 novembre 1991 a Ponte dell'olio (Italia)

La menzogna

Guardavo oltre la finestra,
una finzione mediocre,
gli alberi quasi parlavano
alla bambina incontenta.
Cinghie di speranze quasi
rinate.
Osservavo ignora
il cielo mutare,
le nuvole assumevano forme
leggiadre, di fate,
gli arcobaleni
fungevano da ponti di Dio.
Il buco nel cielo era oramai chiuso.
Dio è in terra.
Non esiste più nessun sopruso.
La menzogna era finita.
La donna poteva ricominciare
la sua faticosa salita.
Sara Tagliaferri
Vota la poesia: Commenta

    Angelo nero

    Angelo nero
    difficile è dipingere
    le piume di cotanto candore,
    intravedo fili d'oro
    nel piccolo,
    accantonato cuore.
    Respiri amari
    in questi giorni;
    mesto il pensiero
    al mattino
    si sveglia e la mente gorgoglia.
    Mi chiedo se potrai
    perdonare,
    sopportare
    questa immensa aurea,
    la vedo, luminosa,
    ma qualcosa l'oscura.
    La sera il nero diventa carbone
    difficile da lavare,
    ma tu sei il salvatore,
    ti prego, non mi abbandonare.
    Sara Tagliaferri
    Vota la poesia: Commenta

      La rosa rossa

      Petali delicati
      vestiti rossi amaranto,
      petali di velluto
      intrecciati come serpenti,
      la rosa con i suoi denti,
      spine di un fiore stupendo,
      difendono il rosso cuore,
      diffidente rispetto al mare.
      A braccia aperte ti attente
      per stringerti nelle onde chiare,
      la sua difesa è il sale.
      la rosa fiore di una stupenda sposa
      rossa come la gota emozionata,
      rosa per la purezza
      soverchiamente desiderata.
      Sara Tagliaferri
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di