Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Sara Tagliaferri

Nato sabato 9 novembre 1991 a Ponte dell'olio (Italia)

Giacinto d'inverno

La delusione
fa male,
come un bastone infame,
colpisce alle spalle
distrugge le speranze create;
amabili riflessioni,
il cuore rimane solo,
infranto dal pianto
visibile agli occhi coperti,
vitrei,
senza veli tutto è terso,
la presa in giro madornale.
Giacinto d'inverno
sei perso nelle caverne oscure,
scrivo a Dio.
Fammi sentire la complicità,
fammi forbire la felicità.
Perché l'ho nuovamente scordata,
Come una chitarra che suona male,
va accordata.
Aiutami so che sei al mio fianco,
ferma questo infernale invisibile
pianto.
Vota la poesia: Commenta

    La sposa

    Quiete silenziosa,
    del silenzio amante sei,
    lucenti occhi di camelia,
    ammaliati dietro al velo;
    respiri anime silenziose,
    fra le mani pungenti son le rose,
    capitoli di vita
    sfogliamo le pagine inermi,
    sul letto cumuli di fogli,
    i ricordi,
    messaggi tra le righe.
    Saresti stata tu a capire nel mondo
    troppo poco bene
    per poter concepire.
    Fanciulla il velo rasenta terra.
    Non serve una laurea
    per interpretare il segno del destino.
    Incostante cammino,
    tu sei la sposa.
    Il vestito pare rosa,
    purezza singolare,
    emozione di dama regale.
    Vota la poesia: Commenta