Passa il tempo,
passano gli anni,
ossessione che avanza,
forza che manca.
La vita sembra sempre più ingiusta con un corpo che non apprezzi.
Perdi le speranze per un sogno che non hai la forza di realizzare.
Gli eventi si susseguono non curanti del tuo essere.
Quando ti accorgi che per una ragione futile quel sogno si realizza,
prendi atto che si è sempre trattato di un incubo.
Le forze si affievoliscono giorno per giorno,
il respiro stenta,
ogni movimento è pesante.
Mi accorgo solo adesso di essere all'inizio della fine,
ma è piacevolmente gratificante per il mio spirito la culla della morte.
Sara Ciani
Composta giovedì 19 novembre 2009
Vota la poesia: Commenta
    Penso sempre ai momenti belli passati assieme,
    mi danno la forza di andare avanti.
    Sono la fonte del mio sostentamento...
    e molte volte ho riflettuto sul perché di questa cosa e tutte le volte sono arrivata alla solita conclusione:
    è un sentimento profondo, che viene dal cuore e che coinvolge anche la mente e tutti gli altri sensi.
    Un sentimento che ti cambia la vita in meglio e non puoi farne a meno perché dal primo istante ti ti coinvolge,
    ti fa sognare,
    ti fa volare col pensiero in alto fino a raggiungere il segreto della felicità e desiderare di non tornare più nel mondo di solitudine che ti sovrastava una volta.
    Io questo sentimento l'ho bramato da tempo e l'ho trovato in te.
    Non ti chiedo niente,
    solo di continuare a vivere,
    a gioire perché il mio amore per te sopravvive di questo,
    di ogni tuo respiro.
    Sara Ciani
    Composta sabato 14 novembre 2009
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di