Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Sanja Atanasovska

Fiori di veleno

In questo mondo di paralleli
tu sei al lato opposto
dove sono i miei nemici
io sono una fata
con sette lance nella schiena
la prima impressione
è come una mattina nella nebbia
seppellire negli abbracci di una montagna
in questi anni turbolenti
mi avvicini con sorrisi artificiali
e chiodi di garofani
sulle strade
c'è una pioggia d'oro
e il cielo piange
per tutti gli amori infelici
per me è meglio essere fredda
e mai pensare ai tuoi fiori di veleno.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Sanja Atanasovska

    È distrutta la mia anima

    È distrutta la mia anima
    perché tutto il giorno ho seguito il sole
    ed ho guardato i suoi occhi
    scaffali con libri di poesia
    sono caduti su di me
    riducendomi in piccoli pezzi
    in sembianze diverse
    è distrutta la mia anima
    perché ho ascoltato i consigli sbagliati
    e adesso mi ritrovo un uomo
    con un diario vuoto
    dal cuore inquieto.
    Composta giovedì 21 aprile 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Sanja Atanasovska
      Sono triste come un vestito nero,
      come una vetrina vuota,
      come un uomo povero,
      non riesco ad attirare l'attenzione,
      come rifugio una casa triste e desolata,
      strappato come un fiore appena sbocciato,
      come una canzone con un finale triste,
      come un ultimo viaggio,
      e triste ti dico arrivederci
      invece di addio,
      e così ogni giorno,
      afflitto e triste
      per un passato perfetto.
      Vota la poesia: Commenta