Scritta da: Sandra Piogia
Potessi farlo io chiederei alla luna
di lasciarmi riposare
di restare sul mio cielo a vegliare
su ogni sogno nascosto del cuore
e chiederei di non avere fame
di questa vita a volte dura
e così importante
e le chiederei di splendere
per fare luce sui dubbi
che non schiarisce neanche il sole.
Potessi farlo luna
brillerei anche io come te
per fare più luce
per le stelle del mio cielo.
Sandra Piogia
Composta martedì 15 novembre 2016
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Sandra Piogia
    Io sono terra tra cielo e mare
    dove il pensiero non ha confini
    dove libera è l'aurora da fragili sospiri
    sono alba che sfiora il sole
    mentre assonnato saluta la luna
    sono tramonto di fresca sera
    mentre la luce muore dietro a una duna
    e sono voce di vento
    che cerca il cuore per farsi ascoltare
    e soffio sui fogli del tempo
    nuvole leggere
    dove poter riposare.
    Sandra Piogia
    Composta sabato 19 settembre 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Sandra Piogia
      Tutto finisce quando cala il sipario
      quando si placano i pensieri
      quando si raggiungono i sogni
      un salto nel buio
      quando arriva la notte
      con il sole acceso del giorno.
      Cala il sipario.
      Non sei più tu
      sei in un altro universo.
      Però tu lasci la notte,
      forse perché da stella
      hai illuminato il mio cielo.
      Mi consola che tu brillerai
      più della fioca luce dei tuoi occhi
      anche se
      questo maledetto silenzio pesa,
      come l'abbandono di chi ti ha amato.
      Se questo silenzio a te dà pace,
      per me va bene e ti saluto
      dolce stella non con un addio,
      ma un arrivederci
      quando ti incontrerò nei pensieri
      e la tua luce sarà la mia forza
      perché niente finisce,
      nessun sipario cala
      quando si resta nel cuore.
      Non muore mai nulla
      che sia passato dal cuore.
      Sandra Piogia
      Composta sabato 2 aprile 2016
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Sandra Piogia
        Ombre cadute del tempo fermo
        quando cuore e membra riposano.
        Restano in attesa
        nelle notti aggrappate ai ricordi
        sciolte in preghiere mai ascoltate
        intrise di sudore e sospiri.
        Ed è pace per ogni battito
        che scandisce il tempo
        fino a quando la luce
        non bacia l'orizzonte
        mentre culla la luna che stanca e serena
        accarezza il sole ancora assopito
        mentre sveglia l'aurora.
        Sandra Piogia
        Composta giovedì 2 luglio 2015
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di