Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: SALVATORE ZUCCA

Seguimi

Seguimi ovunque vada,
qualsiasi strada io prenda nel bene e nel male
non allontanarti da me.
Vedrai che io colpirò dritto al tuo cuore,
giuro che pagherò questo piacevole debito d'onore.
Ora non è più tempo di aspettare,
non posso starmene seduto sotto la pioggia,
oramai sono salito su questo enorme
treno che è la vita, fatta di ipocrisia, viltà e senza una dignità. L'indifferenza che mi circonda falla scomparire.
Riempimi i giorni di bambini felici che giocano,
devono essere giorni migliori.
Poi quando arriverà la mia fermata,
non importa se il tragitto sarà stato breve,
vedrai che alla fine io sarò contento di
conoscere questo mio più grande mistero.
Aspettami, avrò più coraggio a scendere,
portati con te un ombrello,
pioverà me lo sento.
Composta venerdì 29 gennaio 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: SALVATORE ZUCCA

    La giornata

    Strade sporche di droga e di dolore, di sogni e di amore.
    Tutti di fretta con accendino e sigaretta, facce stanche e
    mani sulle anche.

    Tutti in strada, dall'alba al tramonto,
    c'è chi è seduto all'angolo del proprio mondo,
    tra un bicchiere di vino e un piccolo mappamondo.

    Tutti a lavoro, ad invidiare e guadagnare,
    c'è chi si prende troppi caffè,
    chi invece è stanco di tutto proprio come te.
    Chi invece ci prova
    con la collega che piace anche a me,
    ma non pranzerà mai accanto ad uno come te.

    A casa cenare in silenzio, non più una parola che
    abbia qualche senso. Tra telegiornali e sempre meno giornali,
    tra veline che osservi in silenzio, e ti domandi ogni giorno
    se tutto questo ha un senso.
    Composta mercoledì 30 dicembre 2009
    Vota la poesia: Commenta