Le migliori poesie di Salvatore Coppola

Nato a Agrigento (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Proverbi.

Scritta da: Salvatore Coppola

Agrigento da sempre

Tra città e paesini
sei da sempre la più bella
non sei grande ma sei ricca
di usanze e tradizioni.
Sei antica nei tuoi pregi
ma sei giovane nel cuore
hai cambiato tanti nomi
da Akragante ad Agrigento.
Dominante verso il mare
sovrastante la tua valle
costruita su in collina
circondata da montagne.
Su pianure e verdi campi
sei l'eterna Primavera
maestosa sul Mar d'Africa
ti rispecchi dalle origini.
Offro al vento la mia Ode
dormi o Diva* nel mio cuore.
Salvatore Coppola
Composta venerdì 14 gennaio 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Salvatore Coppola

    Il grande Uomo!

    Nel cuore del poeta...
    dorme la voglia di comunicare
    culla il desiderio di far nascere
    le sue dolci creature.
    il poeta si emoziona... piange
    gioisce... se parla di Amore.
    È triste Lui se non compreso
    muore Lui se vilipeso!
    Il Poeta non sogna mai...
    si immerge in un lago di parole...
    le scrive le riscrive... semplici rime
    che lo fanno star male.
    le sue mani tremano...
    stringe forte la penna... la stritola
    si contorce... si dimena... fitte allo stomaco.
    Il Poeta vive... vive il suo dramma...
    Perché... perché tutto questo
    dimmi perché dimmi il perché...
    dimmelo... dimmi perché... Mamma!...
    Questo è il suo cuore...
    Questa è la sua tragedia "la sua Morte"
    È Lui... Lui... un Grande Uomo...
    Un Grande... il Grande dei Grandi. "Il Poeta"...
    Salvatore Coppola
    Composta mercoledì 18 agosto 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Salvatore Coppola

      Solo aria

      Il giorno è arrivato,
      dopo una lunga notte insonne,
      Finalmente, i raggi del sole
      sono entrati nella mia stanza.
      Mi sono liberato di quegli incubi
      sgraziati ed impregnati di sudore
      arroventati fino a bruciare
      il mio corpo perso, e senza difese.
      Il giorno è arrivato
      apro il balcone e respiro, respiro,
      non chiedo grandi cose
      ma solo aria, aria, aria!
      Salvatore Coppola
      Composta mercoledì 1 giugno 2011
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Salvatore Coppola

        Un vecchio piano

        Le mie parole
        sono lacrime
        che scivolano lente
        mentre osservo le nuvole.
        Morde la mia anima,
        il cuore dello spirito
        si adagia e si disperde
        nella polvere inerte.
        Giuro che l'amerò,
        con lei mi perderò
        per lei che suonerò
        le melodie della vita.
        E canto, e grido, e l'amo
        con lei nel mondo per mano
        carezzo con le dita
        i tasti di un vecchio piano.
        Salvatore Coppola
        Composta venerdì 27 maggio 2011
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di