Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Salvatore Coppola

Nato a Agrigento (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Proverbi.

Scritta da: Salvatore Coppola

Un Sogno d'amore

Per lei ero l'amore,
ma anche un amico,
un fratello, una sorella,
il papà, la mamma;
ero tutto per lei.
Per me era la vita,
non un fratello,
non una sorella,
non i suoi genitori;
per me era l'amore,
il vero...
l'unico grande amore.
Per alcuni, ero un poeta,
uno scrittore,
che pur di pubblicare
ragionava con la mente
e non con l'anima,
e non con il cuore.
Per altri ero un pittore,
che sapeva pensare,
che sapeva toccare,
che sapeva disegnare
tutto quello che vedeva.
Figure, paesaggi, oggetti vari,
a volte anche il cielo, il mare.
Ma non ero un pittore.
Io ero un poeta,
che sapeva parlare con le stelle,
con la luna, con le montagne,
un poeta...
che sapeva scrivere nel mare,
nel cielo, con i raggi di sole.
Un poeta che sapeva raccontare
le sue emozioni, le sue sofferenze,
un poeta che affidava...
le sue lacrime alle nuvole.
Anche per lei ero un poeta,
o forse ero la vita, il respiro,
i palpiti del suo cuore, il desiderio;
per lei ero, è sarò per sempre
un'indimenticabile sogno d'amore.
Composta giovedì 13 ottobre 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Salvatore Coppola

    Giusto il tempo

    Avrei voluto piangere.
    Si! Piangere di gioia, e poi,
    sorridere,
    sorridere così forte
    al tal punto, da sentirmi male.
    Avrei voluto baciarti
    per sentire
    il sapore delle tue labbra;
    è poi,
    sentirmi abbracciare
    da una forte emozione.
    Avrei voluto ardire,
    stringere la tua mano,
    per sentire,
    tutto quel calore,
    che come un fiume con il mare,
    arrivasse fino in fondo al cuore.
    Avrei voluto guardare
    la tua immagine
    riflessa nello specchio,
    è il mio cuore,
    sarebbe rimbalzato fuori dal petto,
    giusto il tempo
    per dirti, che sei tutta la mia vita.
    Composta lunedì 26 settembre 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Salvatore Coppola

      Io sono come tanti

      Perché la gente pensa,
      di me che son speciale.
      Sono forse un sognatore,
      idealista, un pensatore.

      Per ciò la gente pensa
      di me che son speciale
      ha visto le mie lacrime?
      nascoste sofferenze?

      Io sono come tanti
      tranquillo e trasparente.
      Io sono come il cielo
      d'azzurro concepito.

      La mia genialità
      è frutto dell'amore
      ho voglia di trasmettere
      la gioia che ho nel cuore.

      Non sono certo Eroe
      perché sono scrittore
      so solo trasformare
      i miei sogni in Poesie.
      Composta domenica 14 novembre 2010
      Vota la poesia: Commenta