Le migliori poesie di Salvatore Coppola

Nato a Agrigento (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Proverbi.

Scritta da: Salvatore Coppola

Uomo...

Uomo crudele, malvagio.
Svegliati dall'incoscienza...
e dalla cattiveria che ti circonda!
Tu pensi di vedere, e invece sei accecato
dalla tua presunzione.
... Voglio solo dirti che se un giorno capirai i tuoi sbagli,
e se solo ti togliessi il velo che hai sempre davanti agli occhi
alla mente, al cuore, forse piangeresti per essere stato così duro.
Se solo tu riuscissi a comprendere cos'è la gioia...
riusciresti a leggere in essa tutto l'Amore e lo splendore
che la natura, meravigliosa, ha voluto donarci! di (S. Coppola)
Salvatore Coppola
Composta venerdì 24 settembre 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Salvatore Coppola

    Vorrei morire

    Se per colpa mia tu stai piangendo
    e non mi rendo conto del male...
    che inconsciamente t'ho arrecato...
    ti prego, non fissarmi negli occhi.

    Se il tuo cuore sta sanguinando
    perché io l'ho ferito mortalmente,
    per aver usato l'arma dell'inganno.
    ti supplico, non guardarmi negli occhi.

    Se potessi entrare nel tuo cuore,
    ed implorare il suo perdono,
    per la mostruosità da me commessa.
    con un gesto riuscirei a ricomporne i cocci,

    Dio! Se penso a quante sensazioni mi hai fatto vivere
    e quante emozioni in me hai fatto nascere,
    a come hai fatto scomparire le mie insicurezze,
    vorrei morire. Per il male che ti ho fatto, vorrei morire!
    Salvatore Coppola
    Composta domenica 10 ottobre 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Salvatore Coppola

      Lei... La donna ideale

      Non so se sopravviverò ai miei sogni
      e se riuscirò a realizzare i miei progetti.
      Non so se la mia strada sarà piana
      o se il mio cammino troverà ostacoli.
      È se riuscissi a realizzare i miei sogni,
      quali soddisfazioni avrò avuto dalla vita.
      È se quei progetti non si realizzassero,
      potrei pensare, di esser nato in epoca sbagliata.
      È ancora; Se la strada da percorrere
      fosse tutta in salita, e le mie gambe
      non riuscissero a reggermi lungo il percorso,
      potrei pensare che le forze,
      per superare tutti gli ostacoli,
      mi abbiano decisamente abbandonato.
      E se avessi incontrato la donna ideale,
      capace di darmi tutta la forza e il coraggio
      di cui ho bisogno, in grado di guidarmi
      di seguirmi amorevolmente e con pazienza.
      Sostenermi nelle più ardite delle difficoltà,
      dal canto mio, cosa avrei potuto darle in cambio?
      potrei riuscire ad amarla? riuscirei a farla felice?
      saprei dirle che per me esiste solo Lei?
      farla sentire davvero importante? e che,
      senza di Lei la mia vita non avrebbe avuto alcun senso?
      Ora mi chiedo. Come è possibile
      che mi sia posto tutte queste domande,
      senza riuscire a darmi una plausibile risposta.
      Ecco! Dopo aver spremuto il mio cervello,
      e messo a piano le mie incomprensibili preoccupazioni,
      credo di aver compreso senza ombra di dubbio
      che la forza è il merito per avermi aiutato
      a superare tutti i miei illogici quesiti vada riconosciuto
      a Lei. La donna ideale, la mia donna. A Lei vada
      tutto il mio rispetto e, con il cuore, tutto il mio amore.
      Salvatore Coppola
      Composta sabato 30 ottobre 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di