Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Salvatore Coppola

Nato a Agrigento (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Proverbi.

Scritta da: Salvatore Coppola

Domani un'altro giorno

Una bianca colomba
svolazza fra tetti spioventi
di case e torrioni
di antichi manieri.
Volteggia nell'aria
aggraziata e superba
per poi riposarsi
a cercare sull'erba.
Granelli di terra
molliche di pane
formiche ed insetti
il suo umile pasto.
Riprende il suo volo
spiegando le ali
la bianca colomba
messaggera di pace.
Dall'alto dei tetti
accompagna il tramonto
aspettando il domani
per lei un altro giorno.
Composta lunedì 22 novembre 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Salvatore Coppola

    Immagine d'amore

    Vorrei averti accanto anima mia,
    anche solo per guardarti.
    Così come la primavera...
    vederti fiorire accanto a me,
    inebriare i miei sensi...
    e perdermi tra le gocce di eternità,
    racchiuse nei tuoi occhi.
    Mentre le tue mani affusolate,
    sfiorano le mie socchiuse labbra
    e dipingono sulla tela ciò che sarà
    l'immagine di un eterno amore!
    Composta venerdì 24 settembre 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Salvatore Coppola

      La verità

      Vai!
      Riprendi il tuo bagaglio
      tu anima bugiarda,
      accetta il mio consiglio
      non essere codarda.
      Vai!
      Ora so la verità!
      Gioca l'ultima partita
      di conquiste e di menzogne
      senza onore e dignità.
      Vai!
      Nascondi quell'amore
      assente nel tuo cuore
      non usarmi come cavia
      della tua insoddisfazione.
      Vai!
      Continua a recitare
      falsando l'atto d'opera
      completa il tuo copione
      la scena è già tragedia.
      Vai!
      Conduci da regista
      sul palco dei tuoi atti
      quei fili e marionette
      che il sipario chiuderà.
      Composta sabato 21 maggio 2011
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Salvatore Coppola

        A fil di penna

        Non posso dir che l'amo
        ad ogni passo incerto,
        il cuore mio s'abbatte
        si arrende, non combatte.
        A fil di penna incido
        due frasi negli appunti,
        alloggio provvisorio
        da grande repertorio.
        Mi chiudo in una stanza
        lambicco la mia mente
        coi nervi a fior di pelle
        consulto un dizionario.
        Sinonimi o contrari,
        inversi ed iperonimi,
        in essi trovo appoggio
        fortificando l'estro.
        Rientro nelle scene
        riprendo a verseggiare
        poesie senza fine
        che scalderanno i cuori.
        Composta giovedì 4 agosto 2011
        Vota la poesia: Commenta