Poesie di Saimon Pace

Quoco, nato sabato 13 ottobre 1990 a livorno (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Umorismo, in Racconti, in Leggi di Murphy e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: realtà

Lo spirito della quercia

Come una grande
bianca crisalide,
aspettando la primavera
per potere
dalla neve
risbocciare
e le verdi foglie
veder riapparire.
la quercia,
la primavera
vorrà festeggiare,
con il vento
la vedrai ballare
e con le foglie
come mani in aria
agitare.
preparati i semi
della prossima
generazione
aspetta paziente
l'estate,
per la nuova
azione.
giunto il calore
della nuova estate
libera i semi
con grande arte,
poi il tempo
si mette a sfruttare
finche le foglie
non cominciano
a cambiare
e con il vento
andranno a volare
avvisando la madre
dell'innverno l'arrivare.
Si prepara allora
quercia la grande
alla nuova, bianca,
cristallina crisalide.
Saimon Pace
Composta sabato 13 settembre 2014
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: realtà

    Il saggio

    Come un vecchio
    senza tetto
    sta'seduto
    sul cemento,
    freddi sguardi
    dei passanti
    i qui volti
    paion spenti,
    ma in realtà
    gia quasi disprezzanti.
    Il vecchietto
    il qui soggetto
    non resta spento,
    dopo qualche ora
    di bel tempo
    studiato di loro
    il comportamento
    e accettato oramai
    come senzatetto,
    si rialza dal cemento
    e si incammina
    con il vento
    verso il proprio
    gran bel tetto.
    dello studio
    appena fatto
    ha su questo
    riflettuto
    e la propria conclusione
    sulle tante persone
    e'che senza penitenze
    giudicano anche solo
    alle apparenze.
    Saimon Pace
    Composta giovedì 28 agosto 2014
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: realtà

      Guardando le montagne

      Guardando le montagne,
      bianche come lavagne,
      i pensieri, come valanghe,
      scrivono confuse righe.
      Mentre la massa sotterra,
      nessuna via di chiarezza,
      la mia mente afferra.
      Una nuvola bianca,
      offusca la vista,
      la confusione resta.
      Poi d'improvviso,
      scende il silenzio.
      Sul mio viso,
      senza delizio,
      amara chiarezza,
      seguita da un giudizio,
      si fanno visibili.
      Tanto grande, quanto bella,
      la montagna non risparmia.
      Essa va vissuta,
      con saggezza e speranza.
      Saimon Pace
      Composta domenica 16 febbraio 2014
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: realtà

        Medesimo rimpianto

        Per denaro la mia vita ho vissuto,
        e adesso, della vita niente ho avuto.
        Nessun figlio,
        il cui mio consiglio,
        con amore, potrei dare,
        nessuna storia d'avventura,
        posso raccontare.
        La mia lunga vita,
        ormai già quasi finita,
        dell'amore forte emozione,
        a mai sentita.
        Ma un consiglio,
        al mondo posso ancor donare,
        della vita, momenti belli o macabri,
        bisogna affrontare,
        e nuove strade con coraggio provare.
        Ormai resta soltanto,
        del mio lontano passato,
        come un triste canto,
        un medesimo rimpianto...
        Saimon Pace
        Composta martedì 11 febbraio 2014
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di