Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Sabrina Ducci

Nato (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Sabrina

Inevitabilmente

La vita scivola via,
come fa l'acqua che scorre,
inafferrabile e irrefrenabile.
I giorni e le notti
si rincorrono,
in una inevitabile
alternanza di luci e di ombre.
E la vita prosegue,
oltre le sofferenze,
nonostante le amarezze
e le umane debolezze.
Come fanno i cuori,
continuando a battere
anche quando le lacrime
scavano solchi profondi
sul viso della gente.
E i miei occhi si aprono
nel sorgere del sole,
mentre il vento di primavera
si porta via l'inverno
e le cose morte,
sgombrando i sentieri
dai rami secchi
e introducendo il nuovo
che velocemente avanza.
Ed ecco che,
aldilà delle ombre,
nei boccioli
e nei verdi germogli
scorgo ciò che sempre
ho desiderato:
una nuova vita!
Composta giovedì 2 aprile 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Sabrina

    Lacrime di rugiada

    Gocce di rugiada
    che scivolando sui petali
    brillano come
    bellissimi cristalli
    incastonati nella natura
    durante il suo risveglio,
    sembrano lacrime di gioia,
    che scendono,
    come per magia,
    da un cielo
    che si rischiara
    per accogliere l'alba.
    Una nebbiolina leggera
    piano piano si alza
    e come un sipario
    si apre e libera
    al mio sguardo
    la splendida danza
    di una natura che,
    spogliatasi della notte,
    si riveste dei suoi colori
    e, a tanta bellezza,
    il mio cuore esulta!
    Composta sabato 4 aprile 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Sabrina

      Un colpo di vento

      Vorrei allontanare quel velo di tristezza
      che sta offuscando la mia vita,
      vorrei spezzare la monotonia
      che ha trasformato la provvisorietà in abitudine
      e l'ingiustizia in consuetudine.
      Vorrei riuscire per una volta
      a non pensare
      ad un mondo
      che gira al contrario
      ed affidarmi completamente
      al futuro,
      con gioia e speranza nel cuore.
      Vorrei svegliarmi una mattina
      e rendermi conto che l'incubo è finito
      scaraventato da un sorriso
      nelle pieghe del passato
      proprio come fa il vento
      quando spazza via le nubi,
      regalandoci l'azzurro intenso del cielo.
      Composta giovedì 26 marzo 2015
      Vota la poesia: Commenta