Le migliori poesie di Sabina Patruno

Nato a Canosa di Puglia (Ba) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Sabina Patruno

Orizzonte Spezzato

All'inizio un Orizzonte apparso nei suoi occhi,
nel suo Cuore nutriva grande Speranza...
una Speranza per un futuro migliore.
Credeva in qualcosa... in un qualcosa che
lei era convinta non l'avrebbe delusa.
Mesi di lavoro affogarono i sogni della ragazza,
giorni e giorni in giro per il paese
con il suo inseparabile zaino sulle spalle
compagno di lotte.
Si lei lottava, lottava contro tutti,
soprattutto contro se stessa.
Fu bello assaporare la gioia della "Vittoria",
nel famoso mese pasquale.
Ora era convinta - certa che l'Orizzonte
non fosse così lontano
c'era solo d'aspettare.
Ma purtroppo in un giorno di fine estate
nel giorno dedicato alla Rosa, un triste Tramonto
infangò il Cuore della ragazza
annegando ogni suo Sogno, ogni sua Speranza
dal suo animo.
Una "spina cattiva" aveva punto la Rosa più debole
del giardino
con la certezza di aver ferito - abbattuto e affondato
la Rosa Regina
colui che per mesi e mesi è rimasto
è rimarrà nel Cuore delle persone che lo vogliono bene.
Sabina Patruno
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Sabina Patruno
    Oh... Romeo

    Perché ti scrivo?
    Non so...
    so solo che Ti Amo.
    No.
    Non dirmi che è tutto finito tra di noi.
    Shakespearre,
    ci ha fatto rinascere,
    è dentro di me
    arde il mio Amore per te,
    ancor oggi...
    come la prima volta
    che ti ho visto.
    Ma qual è il segreto...
    al quale hai inossidato
    il nostro Amore
    come se fosse una fortezza.
    La nostra storia
    non può finire così.
    Tutte le ingiustizie
    che ci separavano
    sono svanite...
    e con loro...
    anche quelli che ti temevano.
    Siamo rimasti soltanto
    noi e il nostro Amore.
    La nostra casa...
    e li che ci aspetta...
    torna con me a Verona,
    il nostro nido e li...
    riaccendiamo la fiamma
    che è stata spenta
    tanti anni fa...
    ma, che arde e vive
    dentro di noi.
    Ti Amo...
    anche se hai mille difetti...
    e... Ti Amo...
    per quelle stupide bravate
    fatte d'innanzi a me,
    Ti Amo...
    e te lo direi cento volte al giorno,
    ma non basterebbe...
    lo so.
    Il nostro Amore,
    e come un filo appeso,
    se viene toccato – spezzato
    svanirebbe
    e chissà
    dove si andrebbe a posare.
    Tu sei tutto per me.
    Tu solo,
    sei riuscito a farmi sentire bella,
    viva, amata... unica,
    solo il tuo sguardo e,
    capace di accendere in me
    quella fiamma d'Amore,
    tu solo ne possiedi le chiavi per aprirla.
    Quel balcone...
    il ricordo del nostro primo bacio...
    Oh...
    come vorrei che tu fossi li con me,
    come vorrei...
    rivederti, riabbracciarti... baciarti.
    E un sogno, una favola...
    lo so,
    ma chissà
    uno di questi giorni,
    la nostra favola
    tornerà vivere...
    ed io sarò la...
    sempre,
    su quel balcone ad aspettarti.
    "Con Amore Giulietta".
    Sabina Patruno
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Sabina Patruno

      Il nostro Amore

      È nato un nuovo giorno Amore.
      È nato il nostro Amore.
      Sì... finalmente è nato.
      Sento il cuore traboccare
      in un immenso fluido magico.
      Sento una felicità straordinaria,
      unica...
      senza confine.
      Tu finalmente sei vero;
      sei tornato...
      Il mio cuore non si è mai arreso.
      C'era sempre speranza in lui.
      Si... la speranza che un giorno
      saresti tornato...
      tornato da me.
      In tutti questi anni
      ho pensato sempre a questo giorno,
      e finalmente è arrivato.
      Come sei bello... Amore.
      Non sei cambiato dall'ultima volta
      che ci siamo visti,
      è come se il tempo si fosse
      fermato e plasmato
      la tua bellezza in eterno.
      Il mio cuore era è sarà per sempre tuo.
      Oggi in questo giorno così speciale,
      voglio finalmente vivere con te,
      il nostro amore.
      Sabina Patruno
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Sabina Patruno

        Foglio Bianco

        Io sono il vento,
        che la sera avvolge il suo ricordo
        e lo fa volare come un foglio bianco.
        Lo giro e rigiro nell'aria,
        divento brezza sulla sua via,
        e i brividi mi vengono,
        e poi,
        alla fine...
        lo lascio piano piano... cadere
        restando per me,
        solo un ricordo.
        Un ricordo, al quale non riesco a cancellare,
        un ricordo, al quale il mio cuore...
        si oppone di dimenticare.
        Scrivo su un foglio bianco,
        il suo nome...
        lo cancello...
        sul mio viso..., scorrono lacrime...
        che stupida... vero?
        Si... affogo le mie lacrime...
        perché so bene
        che su quel foglio bianco,
        lasciato per terra,
        non potrò mai scrivergli
        Ti Amo.
        Sabina Patruno
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di