Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Runa_

Notte Senza Intenti

Fluida la notte nuda d'intenti e tempo
lambisce sul palmo della mano
l'acro tocco esposto senza vizio al vento

Di neve e agonia
questo gemere nel petto
che coccola il battito evaporando in parole

e nell'annegare nell'ultimo dolore
la voce zittita s'acuta fra le dita
come negli angoli del dire
dove aderisce lo spiffero
della polvere aguzza.
Composta giovedì 22 novembre 2012
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Runa

    Mare Stanco

    Mi sollevo da questo lontano pensiero
    Vuoti arcaici manovrano il mio volo
    ed il perdermi nel tuo cielo
    fatto di amarante piume
    e di oniriche certezze
    Febbrile è l'attesa
    che mi spinge lontano da questo vento
    come granelli di sabbia bagnata
    di una spiaggia lasciata al suo inverno

    Versata sotto una Luna
    del tuo Cielo mi Imbratto i ricordi
    Formo parole
    su di una bocca lasciata esausta dai silenzi
    e mentre il mio verbo
    si attinge di addii
    trovo quiete nell'oscurità
    dei fiati orfani di voce

    Plasmo me, dunque,
    d'avvenire ritorno sulla Vita
    e di occhi dischiusi affronto lo sguardo
    su quel che rimane
    del mio mare stanco.
    Composta venerdì 27 novembre 2009
    Vota la poesia: Commenta