Poesie di Rossana Emaldi

Scrittrice, nato giovedì 1 maggio 1947 a Alfonsine (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Rossana Emaldi

Amori sottovetro

Oggi gli amori nascono sottovetro,
da esploratori internauti di mondi paralleli,
amori che appaiono amari e contaminati,
con strani peccatori, senza ipocriti pudori,
colmi di promesse fasulle, ma sognate,
amori nei quali si trovano anime sperdute,
solitarie scintille di residue, dolorose delusioni,
senza speranze, né attesa di un ritorno al passato.
Nuove emozioni inaspettate, inconfessate, segrete,
occhi che cercano, si soffermano vogliosi indagatori,
ma gli amori sottovetro non hanno corpi da esplorare,
da conoscere, sono privi di calore e profumi da ricordare,
non hanno sapori, né sguardi complici, orfani di baci,
d'abbracci appassionati, di sorrisi e parole sussurrate,
appena percepite, ma solo scaturite da una tastiera,
fredda amica degli amori sottovetro, un ascetico,
impersonale laboratorio, dove gli amori nascono,
vivono, si consumano e muoiono fra i flutti di un oceano,
solcato dai tanti navigatori, cercatori d'amori sottovetro.
Rossana Emaldi
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Rossana Emaldi

    Dedicato a...

    Al tratto incerto di un'alba appena sorta,
    ti avviasti al termine del tuo cammino
    di questa bieca vita, ma se all'alzar
    dell'arma, una mano molto amata,
    si fosse posta ardita a deviar mira,
    e la sua cara voce t'avesse sussurrato.
    Amore, cuore mio, non lo puoi fare,
    non potrei mai e poi mai lasciarti andare,
    ascolta, l'emozione del sorgere del sole,
    che sveglia la natura e scalda il cuore,
    fermati e osserva le tinte dolci della primavera,
    assapora gli aromi della brezza mattutina,
    respira forte, prenditi il tempo che ci vuole,
    non scordare chi ti è accanto con amore.
    Un attimo, un secondo, possono bastare,
    per respingere l'orrore della morte!
    Ma tu accecato dal disperato pianto,
    sordo ed insensibile all'accorato appello,
    alzasti l'arma, ed al leggero tocco,
    contraesti il dito e il devastante colpo,
    si perse nell'aria tersa del mattino,
    segnando così la fine del tuo destino.
    Negli occhi il pianto, il cuore in mano,
    ma tu per me, eri già, troppo lontano.
    Rossana Emaldi
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Rossana Emaldi

      Rivestirò il mio corpo

      Sfioro con le dita la tua fronte
      corrugata e imperlata di sudore,
      ti passo leggera le mani fra i capelli,
      cercando d'alleviare il tuo dolore,
      guardo i tuoi occhi fissare il vuoto,
      ti chiamo, sussurrando il tuo nome.

      T'abbraccio con forte intensità.
      non sento che il tuo rabbrividire,
      ti bacio, per asciugare le lacrime,
      che copiose discendono sul volto,
      pallido, emaciato, la barba incolta,
      ti chiamo e ascolto i tuoi sospiri.

      Taciti il pianto, ti sembra di sentirmi?
      T'avvolgo dell'immensa e dolce quiete,
      ascolti, forse il vento ti porta la mia voce,
      alzi lo sguardo perforando la penombra,
      ti scuoti, mentre spando il mio profumo,
      ora lo senti, ed io sento la forza del tuo amore.

      Ma non trovi pace, ancora incredulo, stordito,
      mi giunge il tormento della tua disperazione,
      ho perso la mia veste, non puoi più vedermi.
      Mi credi ormai perduta, invece sono essenza,
      che con soave trasparenza, nell'aria flutto leggera.
      E solo per te, nei tuoi sogni, rivestirò il mio corpo!
      Rossana Emaldi
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Rossana Emaldi

        Sento

        Sento il cuore che accelera il suo battito,
        quando la porta s'apre cigolando piano,
        lento il tuo passo avanza nella stanza,
        che in penombra immersa mi nasconde.
        Sento il tuo respiro un po' affannato,
        come a voler frenare l'ansia e la paura,
        di non trovarmi o di trovar sorprese.

        Ed io ti lascio fare, quasi godendo,
        mentre inciampi in spigoli inattesi,
        trattenendo a stento un'imprecazione,
        ti fermi incerto, cercando direzione,
        riprendi il passo tuo, di felino a caccia.
        Sento e son lì che scruto il tuo disagio,
        e rido in cuor mio per l'assurdità del caso.

        Sento che vuoi farmi una sorpresa,
        dopo la lontananza e una lunga attesa,
        ma sono pronta a renderti pariglia
        una vendetta che un po' mi rassomiglia,
        balzandoti davanti al colmo del terrore,
        gridando a più non posso "al ladro! al ladro!"
        Al ladro per amore! Sì tu, mi hai rubato il cuore!
        Rossana Emaldi
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Rossana Emaldi

          Amo

          Amo l'amore e lui lo rappresenta,
          amo lo sguardo suo, ma mi spaventa,
          amo il passo e l'incedere elegante,
          il suo respiro, calmo e rilassante,
          amo le sue parole, ed il pensiero acuto,
          i suoi silenzi e l'ammiccar arguto,
          amo il profumo, dei suoi bianchi capelli,
          gli anni trascorsi e i ricordi più belli,
          amo le sue mani e il dolce suo sorriso,
          l'espressione e i marcati tratti del suo viso,
          amo le labbra sue e i baci che mi ha dato,
          i giochi e le baruffe di quand'è arrabbiato,
          amo, ancor lo amo, anche se, se n'è andato.
          Rossana Emaldi
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di