Scritta da: Rosita Matera

Un bacio sulla sabbia

Silenzi densi e pieni
tra dita che si intrecciano
per un impeto nel petto
prepotente come un'onda
che non sa più trattenere il suo bacio sulla sabbia.

Io e te, sul treno per il cielo,
cogliemmo nuvole per farne voli da esplorare,
senza funi e senza voglia di tornare a camminare
... perché nel volo dell'Amore
non c'è più niente da volere,
c'è solo luce che suggella l'immenso che ti scioglie
in un fiume che si fonde dentro il mare del mistero.
Mistero cieco e schietto che ci tiene assieme, stretti
che non cerco di spiegarmi o di coglierne i confini,
esso parla quando il cuore nel tumulto canta in due,
lo trattengo tra le dita che si intrecciano in un volo.
Rosita Matera
Composta sabato 14 febbraio 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Rosita Matera

    Un uomo raccoglie

    Non crederci
    se ti diranno
    che ogni giusta azione
    è una manciata di polvere al vento,
    che ogni sorriso è un fiore strappato
    dal grande prato dell'indifferenza.

    Tu non credere se ti diranno
    che chi compie il proprio dovere
    è solo schiavo della propria coscienza,
    e arriva lontano solamente
    chi riesce abilmente a ingannare.

    Non credere mai a chi ti dirà
    che chi corre veloce batte perfino il tempo
    e lo possiede perché lo mastica subito
    senza nemmeno sentirne il sapore.

    Non credere mai che l'impegno non conti
    e che il sudore non crei vera fortezza
    perché è proprio lo sforzo che impieghi
    che crea l'uomo o il malfattore.

    Non credere mai che nella vita
    conti solo la forma esteriore,
    persino il fiore, seppure bello, deve allungar la radice per bere.

    e la fortuna, umorale chimera,
    a volte decide di esserti accanto,
    ma a volte tradisce più di un amico
    che dice di amarti e poi si vende per niente.

    Tutto ritorna a chi compie un'azione
    come goccia che scorre in una grotta profonda
    in cui defluisce solo l'acqua che ha dentro,
    in un'eco antica che racconta la storia
    di un uomo che raccoglie solo ciò che ha donato
    perché sa che dal cielo piove sempre
    solo l'acqua che lui ha versato.
    Rosita Matera
    Composta giovedì 5 febbraio 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Rosita Matera

      Ladra del mio tempo

      Col nastro del Pensiero
      io catturo ciò che sono
      per sentieri di campagna
      che s'aprono a ventaglio.

      Fra i rumori della vita,
      osservo tra le rose
      le pieghe del mistero,
      prospettive del mio tempo.

      Raccolgo fra le mani l'essenza d'un bagliore
      e rubo con un balzo un frammento di Bellezza.
      E sono ladra,
      ladra del mio tempo
      ... racconto di nascosto
      sotto gli angoli riposti
      delle pagine dei libri,
      tutto il tempo e meraviglie
      che io ascolto dalla Voce
      del narrante che mi detta
      la beltà che si nasconde
      sotto il volto e nelle cose
      della quotidianità.
      Rosita Matera
      Composta mercoledì 3 febbraio 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di