Poesie di Rosarita De Martino

Pensionata (da poco tempo), nato giovedì 1 gennaio 1942 (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Racconti.

Scritta da: Rosarita De Martino

Ali di carta

Lo zefiro soave,
primizia di Primavera,
improvviso mi afferra
e lo seguo
con volo di pensiero.
Contemplo
l'Etna innevata
immacolata di candore.
Ascolto
il fruscio del bosco di Milo.
Riparto ancora.
Respiro
le onde tumultuose
pulsanti di vita
del mare di Acitrezza,
mentre il tuo sguardo
amico
incrocia il mio.
Trepida,
con palpito di poesia,
affido
ad ali di carta
i miei pensieri
e vi respiro dentro
profumo di eternità.
Rosarita De Martino
Composta lunedì 8 marzo 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Rosarita De Martino

    A Siria

    Il tuo arrivo,
    nel prato della vita,
    per tua madre
    è palpito di gioia,
    arcobaleno di promesse.
    Trepida ti guarda
    mentre tu, serena,
    succhi al suo fiorente seno.
    La tua nascita è miracolo
    rinnovato dell'amore.
    Tu sei stella rilucente
    che fa risplendere,
    di nuova speranza,
    il cammino della vita.
    Rosarita De Martino
    Composta sabato 6 marzo 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Rosarita De Martino

      Nei tuoi occhi ritrovo Primavera

      Fra intricata folla cittadina,
      cammino
      ed ecco bellezza mi afferra
      rapida,
      improvvisa.
      Un mandorlo fiorito,
      abbarbicato in briciola di terra,
      canta in biancore di primavera.
      Brivido intenso mi percuote,
      mi vibrano dentro pensieri
      d'amore
      e sulle ali del tempo riparto,
      plano,
      arrivo
      nel nostro giardino
      odoroso di mentastro.
      Mi accoglie il fiorente cespuglio
      giallo di margherite
      Intarsiate di alate coccinelle.
      Su violacciocche viola
      s'inseguono farfalle
      variopinte di speranza.
      Ulivi argentati ondeggiano
      al sole della gioia,
      la rustica casa
      è abbracciata
      dall'albero immenso
      che, ricco di anni e di tempeste,
      oggi si riveste
      di nuovi virgulti
      per inattesi richiami
      d'amore.
      E anch'io rifiorisco
      d'impensabile giovinezza
      e ti raggiungo.
      Trepido mi aspetti.
      Mi specchio nei tuoi occhi
      e ritrovo la mia primavera.
      Rosarita De Martino
      Composta lunedì 1 marzo 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di